Roma, 9 sett – La sua storia era simile a tante altre nell’ambito del giornalismo in zone di guerra, Eduardo Martins fotografo brasiliano diceva di essere accreditato presso l’ONU e pubblicava i suoi lavori per importanti giornali fino a qualche settimana fa, quando la BBC Brasile ha scoperto la farsa. Il falso fotografo aveva costruito una storia quasi perfetta, sopravvissuto a un cancro aveva deciso di intraprendere dei viaggi in diverse zone di guerra dalla Siria, all’Iraq passando per la Striscia di Gaza.

Il suo profilo Instagram, seguito dal oltre 127 mila persone, era costantemente aggiornato con le foto delle sue gesta, nella descrizione si presentava come fotografo dell’Onu nei campi profughi. Eduardo Martins inviava agli organi stampa le sue foto e i suoi articoli, ha pubblicato su Vice (Brasile), Recount Magazine e BBC, il falso fotoreporter era in contatto anche con altri colleghi, ad alcuni di essi aveva confidato che stava lavorando a un documentario per Netflix.

Due mesi fa, però, dopo che la BBC Brasile ha pubblicato un articolo con le sue fotografie e i suoi video sono nati i primi sospetti sulla veridicità dell’identità di Martins. La redazione ha provato a mettersi in contatto con il fotoreporter ma lui si è rifiutato di parlare al telefono, spiegando che si trovava a Mosul, le uniche risposte provenivano da alcune note audio registrate e inviate tramite l’applicazione Whatsapp.

Tutto ciò non ha convinto i giornalisti della BBC che hanno interpellato vari inviati impegnati nelle zone di guerra ma nessuno di loro aveva incontrato personalmente Eduardo Martins, dopo altre ricerche una nuova scoperta molte fotografie pubblicate a suo nome in realtà erano del fotografo statunitense Daniel C. Britt. Il falso fotoreporter brasiliano rubava le foto nei siti internet e vi applicava piccole modifiche, svelato l’inganno molte delle sue pubblicazioni sono state cancellate dai siti internet delle agenzie di informazione con cui aveva collaborato.

Il collega Fernando Costa Netto dopo aver letto le notizie che circolavano riguardo il fotoreporter brasiliano, l’ha contattato inavvertitamente negli ultimi giorni del mese scorso, il fantomatico Martins dopo la conversazione con Netto ha cancellato il suo profilo Instagram e il numero Whatsapp dicendo che per un po’ sarebbe andato in giro per il mondo senza utilizzare internet.

La vera identità del falso fotografo brasiliano non è stata ancora scoperta, quello che rimane è la sorprendente facilità con cui questo personaggio abbia raggirato per diverso tempo autorevoli organi di informazione.

Guido Bruno

2 Commenti

  1. da dibattere se è meglio avere un finto reporter come questo “brasiliano” oppure un giornalista pubblicista (iscritto -seppur da non molto tempo- all’Ordine) vero che sembra finto.
    Si, è quello convinto che Boko Haram sia il sanguinario DITTATORE della Nigeria…

Commenta