Il Primato Nazionale mensile in edicola

Berlino, 21 apr – Il tabloid tedesco Bild ha accusato la Cina della diffusione del coronavirus sostenendo che ora Pechino debba alla Germania 162 miliardi di dollari come risarcimento. L’ambasciata cinese a Berlino ha immediatamente reagito indignata, chiedendo le le scuse del direttore di Bild. Ma Julian Reichelt ha, invece, deciso di replicare scrivendo una lettera aperta a Xi Jinping sicuramente destinata a sollevare ulteriori polemiche. Non solo: ieri il cancelliere tedesco Angela Merkel ha chiesto più chiarezza sull’origine del coronavirus da parte di Pechino.



Bild contro Xi Jinping: “Avete tenuto mondo all’oscuro”

Reichelt, direttore di Bild, replica in prima persona e attacca direttamente Xi Jinping con una lettera articolatai in 5 punti: “Lei governa con la sorveglianza: controlla qualunque cosa, qualunque cittadino, ma si rifiuta di monitorare i wet market infetti del suo Paese. Ha fatto chiudere tutti i giornali e i siti internet che si sono mostrati critici rispetto al suo operato, ma non le bancarelle dove vengono vendute le zuppe al pipistrello. Lei non controlla solo i suoi cittadini, ma li mette in pericolo, e con loro, il resto del mondo“. “Lei, il suo governo e i vostri scienziati sapevate da tempo che il coronavirus fosse altamente contagioso, ma avete lasciato il resto del mondo all’oscuro” accusa Reichelt “i suoi esperti non hanno risposto quando i ricercatori occidentali chiedevano cosa stesse accadendo a Wuhan. Era troppo orgoglioso e nazionalista per ammettere la verità. Pensava si trattasse di una disgrazia nazionale”.

Merkel: “Cina sia più trasparente”

“Il Washington Post riporta che i vostri laboratori a Wuhan hanno fatto ricerche sui coronavirus nei pipistrelli, ma senza mantenere i livelli di sicurezza elevati che sarebbero necessari. Perché i vostri laboratori tossici non sono così sicuri quanto invece lo sono le vostre carceri per i prigionieri politici?” continua il direttore di Bild. A tal proposito, anche se senza usare gli stessi toni polemici, il governo tedesco ha comunque chiesto alla Cina maggiore trasparenza: “Credo che più la Cina sarà trasparente sulla storia delle origini del virus, meglio sarà per tutto il mondo per imparare da essa”, ha dichiarato la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Parla la trasparente frau Merkel, quella che rideva in diretta del nostro presidente del Consiglio offendendo tutti gli Italiani e permettendo ai media anche stranieri di denigrarlo al fine di farlo cadere e metterci il non eletto Monti.
    In aggiunta quanto spende la Germania nei suoi laboratori per la guerra batteriologica, se gli ha? Nel mondo negli ultimi 30-40 anni si sono spesi miliardi di dollari per queste ricerche ed è solo la Cina la cattivona??Come direbbe Totò, ma mi faccia il piacere!!i

Commenta