Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parigi, 4 mag – La notizia arriva dalla Francia: a quanto emerge, il primo caso di coronavirus accertato risalirebbe al dicembre 2019. Un uomo di Bondy, in Francia, ricoverato e poi dimesso per una polmonite è risultato poi contagiato dal Covid-19.



Prima che la Cina avvertisse il mondo

A darne notizia è l’emittente francese BfmTv. Dunque, prima che la Cina dicesse al mondo dell’esistenza del nuovo coronavirus la malattia era già arrivata in Europa. Il dottor Yves Cohen, capo dei servizi di rianimazione degli ospedali Jean Verdier a Bondy e Avicenne a Bobigny, spiega che ha riesaminato tutti i test Pcr effettuati su pazienti con polmoniti già ritenute “sospette” tra dicembre e gennaio 2019. Su 24 pazienti esaminati dal dottor Cohen uno è risultato positivo al Covid-19. L’uomo che è poi risultato essere positivo al Covid-19 era stato ricoverato il 27 dicembre a Bondy. L’esame effettuato su di lui (tecniche di biologia molecolare usato per diagnosticare le infezioni virali) gli era stato inizialmente fatto per vedere se aveva l’influenza.

Black Brain

La moglie in contatto con cinesi

Secondo quanto riporta EuropaToday, il dottor Cohen dichiara: “E’ stato malato 15 giorni e ha contagiato i due figli, ma non la moglie”. Nessuno del suo nucleo famigliare è mai stato in Cina, ma la moglie lavora al banco del pesce di un supermercato, vicino a dove sono impiegate molte persone di origine cinese. Forse la donna si è infettata ma è rimasta asintomatica. Cohen ha rivisto tutti i test su indicazione del professore d’igiene della sua struttura, Jean Ralph Zahar, ha già avvertito le autorità sanitarie francesi della sua scoperta. La relazione sul caso verrà pubblicata la settimana prossima sull’International journal of antimicrobial agents. Il caso potrebbe riscrivere la storia dell’infezione in Europa. In Francia, i primi tre casi di coronavirus sono stati registrati il 24 gennaio. Di questi, due erano arrivati a Parigi dopo essere stati a Wuhan. Il terzo, invece, era un parente di uno di loro.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. A proposito di accertamenti, sbaglio o non sappiamo nulla di ciò che è accaduto veramente tra i cinesi di chinatown a Mi e di Prato? Certa omertà non è presente solo nella loro patria… Per loro nessun tampone, o verifica anticorpi…, di gregge?!

Commenta