umpsParigi, 13 nov – In Francia si torna a parlare di una santa alleanza destra-sinistra contro l’avanzata del Front national. Recentemente è stato il primo ministro Manuel Valls ad aprire alla possibilità di una fusione delle liste di Ps e Les Républicains al secondo turno delle regionali per contrastare l’avanzata di Marine Le Pen.

“La questione si può porre – ha detto Valls – ma sono cosciente che è estremamente difficile. Se ci sono il Fn da una parte e i Repubblicani dall’altra bisogna fare di tutto per evitare che il Front national conquisti delle regioni”.


Sia i compagni di partito di Valls, sia i possibili “alleati” del movimento di Sarkozy sono però scettici: Marine Le Pen ha parlato per anni di “sistema Umps” (ovvero dell’Ump – il partito di centrodestra oggi diventato Les Républicains – insieme ai socialisti del Ps), quale modo migliore per confermare la tesi se non quella di vedere destra e sinistra fuse insieme per fare da baluardo all’avanzata lepenista?

Da più parti si afferma infatti che una simile proposta non farebbe che spalancare la porta al Front national. E in effetti Marine gongola: “Il calcolo di Manuel Valls – spiega – parte dalla constatazione che il Fn è ormai troppo forte e che il solo mezzo di risalire un minimo è di accelerare una bipolarizzazioone tra Front national e l’Umps”.

Si tratterebbe, per la leader frontista, della definitiva cristallizzazione della politica francese in uno scontro fra “mondialisti e nazionali”. Gli annunci di Valls, inoltre, “mettono fine alla commedia dell’opposizione fittizia tra destra e sinistra”.

Giuliano Lebelli

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here