Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 23 set – Passaporti ucraini falsi e tuta bianco-blu da squadra di pallavolo. Così dieci siriani si sono presentati all’aeroporto di Atene, cercando di prendere un volo per Zurigo. Peccato che appunto non fossero affatto giocatori di un squadra di pallavolo, ma immigrati entrati clandestinamente in Grecia.

L’idea di “travestirsi” per tentare di bucare i controlli poteva sembrare originale e dunque efficace, qualcosa probabilmente di mai visto fino ad ora. Ma è altrettanto inverosimile che in un aeroporto europeo si possa beffare la sicurezza in questo modo, oltretutto se muniti di passaporti falsi. Per cercare di sembrare dei veri pallavolisti, i dieci siriani hanno pensato bene di procurarsi borsoni tutti uguali e di imbracciare qualche pallone da volley. Anche in questo caso la truffa era però facilmente smascherabile, perché è  difficile credere che una vera squadra di pallavolo si porti in aereo i palloni.

I dieci furboni, arrivati in Grecia via mare, hanno insomma provato a raggiungere la Svizzera con il mezzo meno adatto per aggirare i controlli. Con tutta probabilità perché non erano riusciti a trovare il modo di percorrere la cosiddetta “via balcanica” o il viaggio sotto ai rimorchi dei camion che si imbarcano quotidianamente al porto del Pireo. La polizia, scoperto l’insolito trucco, ha così arrestato i dieci siriani. La procura di Atene ha avviato un procedimento penale nei loro confronti per immigrazione clandestina.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. In Italia li avrebbero già inseriti in una squadra professionista di pallavolo con stipendio e abitazione assicurata, la Murgia e la Boldrini avrebbero decantato l’originalità e del loro fantasioso stratagemma, Saviano ne avrebbe parlato in suo nuovo libro e Mattarella li avrebbe rocevuti al Quirinale per avviare la procedura di conferimento della cittadinanza! Credete forse che abbia esagerato??

Commenta