Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 set – L’Italia giudica “infondati” i rilievi sollevati dall’Alto commissario per i Diritti umani dell’Onu Michelle Bachelet su “presunte inadempienze italiane in materia di rispetto dei diritti umani dei migranti” e sottolinea, al contrario, “il riconoscere del notevole impegno italiano nel salvataggio e nell’assistenza ai migranti che attraversano il Mediterraneo”. Così il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, a margine dell’assemblea dell’Onu, in un faccia a faccia con la Bachelet respinge le accuse lanciate proprio dall’Alto commissario nei giorni scorsi secondo cui l’Italia sarebbe razzista e violenta nei confronti degli immigrati.
In una nota ufficiale, la Farnesina riporta che nel corso del colloquio Moavero e Bachelet “hanno parlato anche delle dichiarazioni rilasciate dalla signora Bachelet, lo scorso 7 settembre a Ginevra, su presunte inadempienze italiane in materia di rispetto dei diritti umani dei migranti. C’e’ stato, di conseguenza, modo, da una parte, di chiarire le ragioni per cui l’Italia ritiene infondati i rilievi sollevati e dall’altra, di condividere il riconoscere del notevole impegno italiano nel salvataggio e nell’assistenza ai migranti che attraversano il Mediterraneo“.
Il faccia a faccia è avvenuto in occasione dell’evento sulla pena di morte, co-organizzato dall’Italia, durante la 73esima Assemblea generale delle Nazioni unite.

Commenta