Roma, 4 set – “Proprio come non puoi indossare una t-shirt con una svastica, allo stesso modo non puoi portare quella con la scritta Make America Great Again”. Con questa argomentazione, una professoressa della River Ridge High School, nella contea di Cherokee, nello stato americano della Georgia, ha cacciato dalla sua classe due studenti rei di aver indossato delle maglie con il celebre slogan di Donald Trump. L’incidente si è svolto giovedì scorso, quando l’insegnante di matematica ha detto ai suoi studenti che lo slogan della campagna di Trump non era benvenuto nella sua classe. Il fatto è stato ripreso di nascosto da uno studente. Alla richiesta di spiegazioni di un altro alunno, la professoressa ha detto che non stava parlando di Trump, ma dello slogan, che secondo la docente è di matrice “neonazista”.

Ma, incredibilmente, per una volta l’arroganza antifascista non è passata liscia. La portavoce della scuola distrettuale della contea di Cherokee, Barbara Jacoby, ha dichiarato che l’insegnante ha commesso un grave errore. “Le sue azioni sono state sbagliate, le maglie Make America Great Again indossate dagli studenti non rappresentano una violazione del codice sull’abbigliamento del distretto scolastico. L’insegnante, inoltre, ha condiviso in modo inappropriato il suo parere personale sullo slogan della campagna durante la lezione”, ha dichiarato Jacoby. Alla fine, la professoressa è stata sospesa, mentre agli studenti non è stata comminata alcuna punizione. La professoressa è stata duramente criticata on line dopo che il video ha cominciato a circolare.

Roberto Derta

1 commento

Commenta