Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 29 mag – Anche se manca poco meno di un anno molti osservatori guardano con interesse alle elezioni presidenziali francesi del 2022. Esistono infatti buone possibilità che Marine Le Pen, leader del Rassemblement National, possa diventare presidente della Francia.

Sangue di Enea Ritter

La tornata per l’Eliseo non è però l’unico appuntamento a cui la Le Pen sta preparandosi. Il suo partito è attivamente impegnato a partecipare alle elezioni regionali che si terranno in Francia il 13 e il 20 giugno prossimi. Di solito queste consultazioni suscitano poco interesse, ma quest’anno la situazione sembra essere decisamente diversa. Il Rassemblement National è infatti dato in vantaggio in Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Una sua vittoria – che sarebbe storica – faciliterebbe enormemente l’ingresso della Le Pen all’Eliseo. Al contrario, potrebbe significare per Macron un duro colpo alla sua carriera politica. la fine della sua carriera politica.

Black Brain

Le Pen in testa in Provenza: il sondaggio che fa tremare Macron

Un recente sondaggio condotto dagli istituti Ipsos e Sopra Steria per France Télévisions ha rivelato che al primo turno il candidato del Rassemblement National, Thierry Mariani, si piazzerebbe in testa con una percentuale di voti che oscilla in una forchetta il 37 e il 39%. Analogo discorso – e qui sta la novità, dato che il Rn non ha mai governato alcuna regione – anche al secondo turno. Sarebbe la prima volta che il partito di Marine Le Pen otterrebbe il controllo di una regione.

Il sondaggio sembra aver talmente impensierito Macron che il suo schieramento, La Repubblique en Marche, è corso ai ripari siglando un’alleanza con il partito di destra Les Républicaines al fine di presentare un candidato comune e battere Thierry Mariani. Non è chiaro se questa sorta di “fronte repubblicano” riuscirà a battere la Le Pen. Ciò che è certo e che Macron è ad oggi troppo debole per vincere da solo alle elezioni regionali. Elemento non da poco in vista delle presidenziali del prossimo anno.

Giuseppe De Santis

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta