Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 apr – Estrema sinistra spagnola ancora scatenata e impunita contro Hogar Social Madrid, il gruppo militante spagnolo dedito al sostegno delle famiglie in difficoltà. Una trentina di antifascisti ha infatti attaccato la sede di HSM alle sei e mezza di stamattina, lanciando pietre e bottiglie. “Hanno distrutto tutto quello che hanno trovato all’entrata, compresa la cena pronta per la consegna di oggi destinata a famiglie spagnole bisognose, arrivando ad aggredire una delle persone indigenti che vive in casa, dove in quel momento si trovavano persone anziane e anche un bambino con disabilità”, spiega un comunicato dell’associazione.

In cui si legge anche: “Questo è il modus operandi della estrema sinistra; questo è il loro modo di imporre le proprie idee, protetti da istituzioni che hanno conquistato e che giustificano ogni violenza contro quegli spagnoli che hanno il coraggio di dissentire. Non possiamo permettere che questi spagnoli dimenticati dalle istituzioni, debbano subire la violenza impunita dell’estrema sinistra. Né la violenza, né la diffamazione fermerà la nostra lotta per la giustizia sociale per il nostro popolo. Rimanere in piedi in un mondo di rovine”.

Solo poche settimane fa, Hogar Social aveva occupato nuovamente un edificio dopo l’ennesimo sgombero da parte delle autorità iberiche. La nuova sede è situata nel pieno centro della capitale spagnola, in Plaza de Colón. Per il gruppo militante si tratta della sesta occupazione in meno di tre anni a causa dei continui sgomberi e delle incessanti aggressioni da parte degli ambienti antifascisti, che, in Spagna come in Italia, non tollerano di essere scavalcati dagli ambienti non conformi in quella che teoricamente viene ritenuta una loro prerogativa esclusiva: il sostegno delle famiglie in difficoltà.

Roberto Derta

Commenta