Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 8 ott – Le vacche grasse sono finite e i parenti da mantenere sono troppi. Così il re di Svezia, Carlo XVI Gustavo, ha pensato di compiere un gesto del tutto anomalo e al contempo decisamente incredibile: togliere il titolo di “Altezza Reale” a cinque dei suoi nipotini.

Gli “sfortunati” ormai ex reali, di età compresa tra gli uno e i cinque anni, diventeranno quindi cittadini comuni, o quasi. Di conseguenza se da una parte non godranno del prestigioso titolo che gli spetterebbe per nascita, dall’altra non dovranno neppure svolgere i classici compiti ufficiali spettanti ai membri della casa reale. In compenso manterranno i titoli di duchi e duchesse. Ma soprattutto i cinque nipotini esclusi, non riceveranno più i soldi dei cittadini.

C’era una volta “Sua Altezza”

“Sua Maestà il re ha deciso di apportare modifiche alla Casa reale – si legge nel comunicato ufficiale – Lo scopo di questi cambiamenti è quello di stabilire quali membri della Famiglia Reale possono svolgere compiti ufficiali o relativi alla funzione del Capo dello Stato.” Ecco allora che i due figli del principe Carl Philip e i tre figli della principessa Madeleine, non verranno più chiamati “Sua Altezza”.

La decisione del reale non sarebbe comunque un fulmine a ciel sereno. Stando a quanto affermato da alcuni esperti della monarchia svedese, nella nazione scandinava si sta diffondendo sempre di più la convinzione che non ci sia bisogno di pagare tutti i membri della casa reale. E il Parlamento aveva già annunciato che avrebbe provveduto a una revisione di alcuni principi riguardanti la monarchia. Uno di questi, appunto, riguarderebbe proprio la dimensione della casa reale.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta