Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 13 apr – Riam Dalati è un corrispondente della rete Bbc che dal 2012 segue in prima linea l’evoluzione del conflitto siriano, e che due giorni fa ha pubblicato un raro quanto onesto intervento sul proprio account Twitter: «Sono stufo marcio di vedere attivisti e ribelli che usano i cadaveri dei bambini per mettere in scena immagini che hanno il solo scopo di soddisfare il consumismo emotivo dell’Occidente. Poi si chiedono perché anche alcuni giornalisti seri mettano in dubbio tutta questa narrativa», ha scritto in un tweet. Il giornalista esternava così la propria contrarietà all’uso strumentale delle immagini rilanciate dai media di tutto il mondo, al fine di manipolare l’opinione pubblica internazionale in vista di un possibile intervento contro la Siria.
tweet siria ribelli dalatiDalati ha ripreso i tag #Syria, #ChemicalAttack e #EasternGhouta, in riferimento al presunto attacco chimico perpetrato dall’esercito di Assad, e ha divulgato due immagini dove i cadaveri dei bambini sembrano essere messi in posa di proposito a fini propagandistici. Dalati non è il primo giornalista dei media mainstream a mettere in dubbio la veridicità dei fatti di Ghouta. Anche Tucker Carlson di Fox News ha assunto posizioni simili nel corso dell’ultima settimana, criticando con veemenza coloro che credono ciecamente alla narrativa comune: «Tutti i geni ci dicono che Assad ha ucciso quei bambini, lo sanno davvero? Certo che non lo sanno davvero. Stanno inventando. Non hanno idea di cosa sia successo!».
Il tweet di Dalati è stato però rimosso dall’autore poche ore dopo la pubblicazione. Quando i lettori hanno insinuato che la cancellazione fosse dovuta ad ordini proveniente dai piani alti di Bbc, il giornalista ha risposto che il messaggio era stato rimosso a causa dell’uso del termine “stufo marcio”, considerato una violazione della politica comunicativa della rete, ma ha anche riaffermato la propria convinzione che la foto dell’«ultimo abbraccio» sia stata messa in scena proprio come in una recita. La cancellazione del tweet, ad ogni modo, non ne ha arrestato la diffusione tramite screenshot: nel bene e nel male, nel mondo di oggi le immagini non spariscono mai davvero. Anche quelle che non vorremmo vedere mai.
Alice Battaglia



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta