Roma, 7 apr – Mosca attacca duramente il governo italiano e in particolare la sua posizione sulle sanzioni contro la Russia, giudicata “indecente“. A Roma “si sono dimenticati” che la Russia e la Cina sono state le prime nazioni a fornire assistenza all’inizio della pandemia. E’ quanto affermato dalla portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, menzionata dall’agenzia Ria Novosti.

Per la Russia la posizione del governo italiano è indecente

“Quando l’Italia è stata emarginata in Europa in piena pandemia, Russia e Cina sono state le prime a venirle in soccorso”. Il governo italiano “probabilmente ha dimenticato chi gli tese una mano in quel momento difficilissimo – ha detto Zakharova – e ora la sua leadership è in prima linea in un attacco al nostro Paese“. Ma “questa non è la posizione dei cittadini italiani che scrivono di vergognarsi del loro governo, di non associarsi a questa posizione, di comprendere la genesi di questa crisi, ma la dirigenza italiana ha preso posizione. E questa è semplicemente una posizione indecente”, ha tuonato la portavoce del ministero russo al programma Solovyov Live.

Poi la Zakharova ha affrontato la questione dell’espulsione dei diplomatici russi da diversi Paesi Ue, tra cui appunto l’Italia che ne ha allontanati trenta. Il Cremlino “risponderà in modo duro”, ha dichiarato, specificando che tale risposta avverrà in modo vantaggioso per la Russia. “Rompere i rapporti diplomatici con i Paesi occidentali se dovesse continuare l’espulsione dei diplomatici russi”, aveva annunciato pochi giorni fa il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

Della Vedova: “Indecenti sono le violenze russe”

Alla portavoce del ministero degli Esteri russo ha risposto stamani Benedetto Della Vedova. “A Mosca prevale il nervosismo e si è perso ogni senso della misura, come dimostrano le parole della portavoce Zakharova”, ha detto all’Agi il sottosegretario agli Esteri e segretario di +Europa. “Di indecente oggi in Europa, non sono le sanzioni alla Russia, ma le indicibili violenze sui civili dell’aggressione voluta da Putin contro l’Ucraina che ha portato ad una guerra non provocata, non giustificata e non giustificabile”, ha specificato Della Vedova.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Mi dissocio totalmente dalle decisioni del mio Governo Italiano circa le sanzioni nei confronti della Russia . noi Italiani dobbiamo continuare i nostri rapporti diplomatici e commerciali, L’Ucraina sta invocando alla terza guerra mondiali questa mi sembra troppo.

  2. ..della vedova…piú che una “vedova” ė una puttana…é passato da un partito a un altro ricevendo da tutti..non per nulla é un pro matrimoni gay…

Commenta