aereo russo pilota
Operazione congiunta russo-siriana: tratto in salvo il pilota del Su-24 abbattuto dai turchi

Damasco, 25 nov – Forze russe e siriane, in un’operazione di soccorso congiunta, hanno tratto in salvo il secondo pilota del caccia Sukhoi Su-24 abbattuto ieri in Siria dalla contraerea turca.

L’operazione è durata quasi 12 ore – terminando alle 5 italiane – in territorio ostile, essendo la zona presidiata dalle milizie turcomanne. Una vera e propria incursione dietro le linee nemiche per salvare l’aviatore sopravvissuto al lancio d’emergenza con il paracadute.

“L’operazione di soccorso si è conclusa con successo. Il pilota è stato portato sano e salvo a una nostra base”, ha spiegato il ministro della Difesa di Mosca, Sergei Shoigu, citato da Russia Today. Un cronista della testata ha avuto occasione di incontrarlo a colazione e riferisce che “sembra stare bene e i dottori hanno detto che la sua salute è fuori pericolo”.

Giorgio Nigra

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta