Il Primato Nazionale mensile in edicola

NEW YORK, NY - MAY 08: Donald Trump (C) poses with Miss USA Contestants and Miss USA Alyssa Campanella (center left) at Trump Tower on May 8, 2012 in New York City. (Photo by Cindy Ord/Getty Images)



Roma, 9 ott – Ma Monica Lewinsky è finita sotto la scrivania di Bill Clinton perché lui ha un fascino irresistibile o perché l’uomo era suo datore di lavoro e, incidentalmente, presidente degli Stati Uniti? Gli uomini di potere hanno una disponibilità pressoché infinita di donne: è giusto? Non è giusto? Sicuramente non lo è, ma il mondo va così e il marito della candidata democratica alla Casa Bianca ha più volte approfittato di questa legge non scritta, con il beneplacito e la protezione della consorte. Anche Donald Trump ha generosamente attinto a questo meccanismo sociale, circondandosi da sempre di donne bellissime nonostante il riporto più brutto d’Occidente dai tempi di quello di Schifani.

I media americani, ovviamente imparziali e oggettivi, sono andati a scovare un suo commento da caserma di 10 anni fa, in cui Trump spara fanfaronate sulle donne come un Bettarini qualsiasi. Di fronte a questa vera e propria “macchina del fango”, l’intero Partito Repubblicano (sì, avete capito bene, il suo partito) gli si è rivoltato contro, minacciando boicottaggi e lanciando scomuniche. Addirittura il suo vice si è defilato, dicendo di sentirsi “offeso come marito e come padre” e aggiungendo di “pregare per Trump”. Insomma, la solita follia dell’ipocrisia puritana statunitense, dove puoi dichiarare la terza guerra mondiale e passare per uno statista ma se ti beccano che metti le corna a tua moglie sei bandito dal consesso umano.

Black Brain

Ovviamente Trump è ben lungi dall’essere il candidato ideale, ammesso e non concesso che possa esistere qualcosa come un “candidato americano ideale” per un europeo. L’uomo è totalmente immerso nel sistema di valori americano, risultando al limite solo un po’ più simpatico per le sue rotture con alcuni dogmi dell’establishment, ma la cui sostanza politica al momento dei fatti è tutta da verificare. Ciò non di meno, la ferocia metodica con cui il sistema mediatico gli sta segando le gambe riesce a far schifo lo stesso. E ancor più schifo fa il modo pedissequo con cui anche i nostri, di media, che pure sono fuori dal sistema moralistico americano, stanno cavalcando l’onda, con tanto di filmati sulle frasi di Trump preceduti dai disclaimer “Attenzione! Questo video potrebbe urtare la vostra sensibilità”, cioè le stesse scritte che compaiono prima dei video delle decapitazioni dell’Isis. La sinistra italiana era già diventata custode della virtù ai tempi delle marachelle sessuali di Berlusconi. Ora ha definitivamente deciso di farsi quacchera. Fanno sempre più schifo.

Adriano Scianca

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

16 Commenti

  1. Concordo su tutto .
    Come avevo facilmente pronosticato la Clinton deve vincere, con le buone o con le cattive.
    Il mondo sarà seriamente in pericolo.

  2. Capitalismo e fascismo hanno sempre propagandato il sesso e il porno, il porno è un sistema fasciocapitalista, il sessualismo è la promozione sessuale della destra !

    Il sessusalismo è un problema anche per la giustizia sociale e poi troppo sesso libera energie vitalistiche e irrazionalistiche, e queste sono + di destra che di sinistra e inoltre oggi il sesso è appannaggio di pochi a scapito di molti nell’indifferenza di tutti, visto che c’è gente che muore di fame e i grandi capitalisti che non si accontentano mai di fare sesso rendendo insostenibile le già enormi diseguaglianze sociali in ciò.
    Forse ci vorrebbe un pò di uguaglianza e giustizia sociale nel sesso, limiti per i grandi scopatori e stato sociale per chi non può o non riesce a farlo, saremmo tutti più felici e contenti !

    Alcuni progressisti più radicali potrebbero sostenere che bisognerebbe raggiungere l’uguaglianza anche tra le dimensioni e ridurre quello che considerebbero il “privilegio” di avere dei genitali grandi e potenti e della loro preferenza avente origine sociale, ma qua non mi spingo, mi sembra troppo egualitarismo socialisteggiante, preferisco essere più un riformista e un medio-progressista, diciamo che tutti dovrebbero avere le stesse opportunità di fare sesso, ma oggi siamo lontani anche da questo e la struttura reazionaria della società vuole che ci sia una gigantesca divisione tra chi, magari per questioni biologiche(dimensioni ecc, in realtà legate alla percezione culturale di esse) e chi per questioni economiche, fa più sesso rispetto agli altri.
    Non chiedo lotta di classe di quelli che il sistema capitalista dominante e il consumismo liberista di impronta sessualmente neofascista etichetta come “morti di figa” o “morte di cazzo” ma che ci sia una maggiore equità, la lotta di classe non la condivido visto che sono meritrocratico e penso che chi è più bravo a fare sesso non deve essere ostacolato ed è in posizione “più alte” rispetto a chi ci sa fare meno, anche se questo potrebbe costarmi l’accusa di essere un “conservatore” o un “fascista” o un “cripto-sessualista” da parte dei radical e dei rivoluzionari antisessualisti.

    • A mio personale avviso necessiti di una valutazione psichiatrica, ma dubito esista un luminare capace di sondare la tua psiche.
      Ma il mondo è bello anche per questo è ringrazia che esistono testate come il P.N. e che i fasistoidi, come ci indichi, non siano così suscettibili come i tuoi amici progressisti. In poche parole fanculo.

      • Concordo pienamente con Lei,
        Non solo fuori contesto, ma anche fuori di testa.
        Un caso irrecuperabile, si raccomanda solo T.S.O ad oltranza per studi.

      • Mi ero perso la firma
        “Riformista critico del sistema sessualista egemone”
        hahahahahhahahh……………
        Aggiungerei al T.S.O. terapia d’urto con dosi massicce di Brumuro e Scopolamina, con litri di tisane alla Belladonna, anche per via endovenosa o meglio ancora per enteroclisma.

  3. Caro “Riformista critico del sistema sessualista egemone” , così ti definisci in modo ridondante, dunque secondo questo alto pensiero su sessualismo, capitalismo, psico-biologia si dovrebbe:
    ridurre le diseguaglianze sessuali con:
    a) I più “dotati” (fascisti) sono responsabili della fame del mondo, della disoccupazione. Dunque loro devono praticare astinenza punitiva, nel contempo tutti devono avere diritto a una bella dose di Viagra, per poter avere qualche posto di lavoro in più,sfamare un bel pò di bambini (Anche se in Africa scopano e figliano come galline, ed è questo forse la causa di tanta povertà)
    b) Per quellli che che non lo tirano su, neanche con il Viagra, il diritto alla cura chirugica-androloga per gonfiare i testicoli e la sbarra fallonica farla divenire granitica da far invidia al Bossi che fu!
    Una lotta di classe con due palle così!
    c) Per i più “dotati” (fascisti), ci deve essere la situazione estrema, la castrazione rude e brutale. Zac! Taglietto proletario trionferà! Fascisti, Sessisti, Omofobi
    Insomma caro Riformista eccetera.., se volevi scherzare potevi scrivere su Vice, tra segaioli repressi ci si intende e ci si può ridere (squallidamente) delle proprie miserie in materia sessuale. Se invece queste elucabrazioni le pensi seriamente, bè può risolvere la tua diseguaglianza sessuale, comprando un vibratore, visto che si evince non ce l’hai proprio lungo.. Saluti!

    • Mi sono dimenticato di dirti che oltre al vibratore, di comprarti una bambola gonfiabile, così dai sfogo al proprio testosterone, evitando così di deliziarsi con le tue cazzate! Saluti.

  4. I media scandalizzatisi dovrebbero venire il sabato sera in pizzeria con me ed i miei amici ed ascoltare i discorsi che normali Homo sapiens con cromosomi XY si propinano l’un l’altro.

    Andrei in prima pagina immantinente.

  5. I media scandalizzatisi dovrebbero venire il sabato sera in pizzeria con me ed i miei amici ed ascoltare i discorsi che normali Homo sapiens con cromosomi XY si propinano l’un l’altro.

    Andrei in prima pagina immantinente.

  6. Dai ragazzi il lettore ‘riformista critico del bla bla’ stava ironizzando.
    Mi sembra ovvio che prendesse seriamente (con la stessa serietà con la quale Rino Gaetano si prendeva gioco dei politici di mestieri in “nunteregghepiù”: il nostro è un partito serio; disponibile al confronto; alternativo nella misura in cui..) un tema di una tale idiozia che solo quelli della presstitute (neologismo inglese che unisce le parole press: stampa, con il sostantivo prostituta) potevano prendere seriamente: giusto perché ci guadagnano la pagnotta.
    Un po’ di elasticità che diamine!! Con tutto il tempo che ci ha dedicato..

    • Sono d’accordo, ho trovato il post di riformista critico molto divertente.
      Non è un progressista, loro non sono in grado di scherzare su certi argomenti, sono troppo bigotti i nuovi sinistri.
      Andre

  7. “Le prendo per la passera”, e che diamine, ad un certo punto almeno da dove bisogna prenderle ste donne?! E poi, se le donne americane si sarebbero scandalizzate per sta frase, chi diavolo ha comprato ben 45 milioni di copie del romanzaccio “Cinquanta sfumature di grigio” solo negli States? Va là, va là… morti di figa: prrrr!!!

    • Non c’è stupirsi.
      Gli Americani sono gli stessi che prima si ubriacano e fanno la “trombata” collettiva, in discoteca.
      Dopodiché, fanno censurare la copia della statua del “David” di Michelangelo, in quanto la nudità esplicita del soggetto ritenuta troppo “scandalosa” per i bambini, che le transitavano davanti con lo scuolabus tutte le mattine.

      Forse, vivono in uno stato di ubriachezza perenne. Non saprei. Certo, è difficile dire sino a che punto sono ipocriti, sino a che punto sono ignoranti, e sino a che punto sono proprio stupidi.

Commenta