Il Primato Nazionale mensile in edicola

Budapest, 14 feb – L’Ungheria tira dritto e non si fa influenzare dalla retorica dell’accoglienza senza frontiere. Il governo di Viktor Orban ha presentato una legge per bloccare le Ong che forniscono assistenza ai migranti. Si tratta di un vero e proprio piano, denominato “Stop Soros”, che vede come principale imputato lo speculatore finanziario di origini ungheresi.
La legge prevede pene severe per le organizzazioni che intendono accogliere immigrati perché ritenute “agenti di stranieri” o “agenti di Soros”. Per il governo di Budapest insomma l’azione delle Ong è volta a minare la sovranità nazionale ungherese ed è quindi inaccettabile. ll pacchetto è stato presentato oggi al Parlamento magiaro e prevede inoltre sanzioni per gli aiuti umanitari.

6 Commenti

  1. Finalmente uno con gli attributi.
    E sono sicuro che a chi gli darà del razzista/fascista lui risponderà con un sonoro “me ne frego!”.
    Chissà che non crei un precedente………. Orban fammi sognare.

  2. Tanto buonsenso e tanta amor patrio mi commuovono………dunque i soros , le boldrine e le direttive europee si possono mandare a scaricare letame……ah,che piccolo mondo perfetto. Ovviamente mi scuso con il letame……

  3. Sogno un premier come Orban. Un patriota che prende per mano la Nazione e la tiri fuori dal pantano immondo in cui ci hanno trascinato questi merdosi governi di Sx. Di Stefano sarà il nostro comandante? Lo spero tanto!

  4. Morte a Soros ed alle ong grande l’Ungheria questi sono nazioni europee non l’occidente che ha paura di tutti e si lascia invadere per colpa dei rossi della Merkel bastarda e del Vaticano di merda forza ragazzi è ora di svegliarci e di allearsi con Ungheria Polonia Austria Slovacchia Repubblica Ceca e Russia veri difensori contro l’Islam ed i neri finti poveri.