Negli ultimi anni si è diffusa molto la moda tra i consumatori dell’acquisto di prodotti tecnologici ricondizionati (detti anche rigenerati o refurbished) di ogni tipo: telefoni cellulari, pc, tablet, portatili e persino televisori e aspirapolveri.

Esistono così due correnti sul mercato: chi si affida a questo tipo di acquisto nell’ottica del risparmio e chi preferisce acquistare dispositivi totalmente nuovi perché ha paura che i prodotti ricondizionati non funzionino a dovere.

Nelle prossime righe vedremo quindi insieme i vantaggi dell’acquisto dei prodotti ricondizionati, sia nell’ottica del risparmio che nell’ottica della riduzione dell’inquinamento.

Prodotti refurbished: perché l’acquisto permette il risparmio?

Un prodotto ricondizionato è un dispositivo che è stato restituito al produttore a causa di un guasto nell’hardware o nel software oppure per un difetto estetico.

Il produttore (o il rivenditore in alcuni casi) lo ritira e lo ripristina integralmente allo stato di perfetto funzionamento in cui si sarebbe dovuto trovare al momento della vendita. A questo punto viene reinserito in commercio alla voce prodotto ricondizionato.

Questo tipo di dispositivi è molto diverso rispetto ai prodotti usati. Infatti, i prodotti usati possono essere acquistati da un privato o in negozio senza alcuna certezza di quale sia stato il loro precedente utilizzo e quali imprevisti possano aver subito. Proprio per questo motivo non viene applicata alcuna garanzia e, nel caso sia presente, avrebbe comunque una durata breve.

Un prodotto ricondizionato, invece, viene ripristinato in laboratorio allo stato del “nuovo” e, dopo essere stato igienizzato, viene venduto da un esercente, che applica normalmente una garanzia di almeno uno o due anni.

Abbiamo così un dispositivo che è come nuovo con una garanzia che nel caso di malfunzionamento ci permetterà di restituirlo senza alcun tipo di spreco di denaro.

Il risparmio è anche notevole: in media, prendendo come esempio gli smartphone, si può risparmiare tra il 35% e il 60%. Questo permette di avere un dispositivo che è fra i top di gamma dei migliori brand in commercio (Apple e Samsung) senza essere costretti a spendere le enormi cifre richieste dai produttori per gli ultimi modelli in uscita.

Un esempio che possiamo fare è l’iPhone 12 venduto su questo sito, uno dei principali rivenditori sul mercato italiano. Dal prezzo di listino di quasi 900 € che andremmo a spendere in negozio per il prodotto nuovo, ordinando un prodotto ricondizionato in garanzia di due anni spenderemmo circa 570 €. Lo stesso dispositivo con le medesime funzioni a un prezzo molto più conveniente.

L’impatto ambientale

Anche in ottica ecologica e di risparmio energetico e di materie prime i prodotti ricondizionati danno una grande mano al pianeta. Si stima che la produzione e l’utilizzo di un cellulare costi al nostro pianeta 14 milioni di tonnellate di Co2. Pensate se si cambia il telefono ogni 3 anni e debba essere smaltito anche se ancora funzionante.

L’acquisto di prodotti ricondizionati permette anche di evitare l’accumulo eccessivo di rifiuti speciali da smaltire e la riduzione dell’estrazione di terre rare e metalli preziosi utilizzate per le componenti elettroniche.

Questa scelta, oltre che un grande vantaggio economico, ci permette di fare la nostra piccola parte anche in ambito ecologico e ambientale, in particolar modo in questo momento dove si sente quotidianamente in ogni notiziario che la salute del nostro pianeta è a forte rischio.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta