Chi possiede uno spazio verde esterno, grande o piccolo che sia, conosce l’esigenza della giusta irrigazione dello stesso in ogni periodo dell’anno. L’irrigazione del giardino è fondamentale per preservare la sua bellezza estetica ma anche per favorire la crescita delle piante e dei fiori.

Affidarsi ai giusti prodotti per l’irrigazione, spesso automatici, permette di gestire la stessa in modo pratico senza doversi ricordare ogni volta di accendere l’impianto e rischiare così di avere un manto secco e poco vivace.

Dobbiamo infatti avere presente che il giardino richiede determinate cure e attenzioni e l’irrigazione deve essere ottimale sulla base delle dimensioni dello stesso, della temperatura esterna e dell’esposizione a cui è rivolto.

Come irrigare il giardino: le diverse tipologie di irrigazione

Quando si parla di irrigazione del giardino, non si deve considerare solo quella classica e manuale da compiere comunque in modo costante. Sono infatti diverse le tipologie di applicazioni che possiamo sfruttare, come d’esempio quella pioggia che si avvale della naturale fornitura idrica da parte del terreno.

Esiste poi l’irrigazione a goccia ovvero un metodo nel quale l’acqua viene somministrata in modo lento alle piante e si deposita sul terreno in prossimità o proprio nella zona della radice della pianta. In questo caso si tende irrigare con piccolissimi getti d’acqua sottile l’area di suolo vicino alla pianta.

Altro metodo di irrigazione del giardino è quello dell’utilizzo di manichette e tubi forati. Questi sono realizzati con materiale plastico ideale per essere posizionato sotto la pacciamatura, ovvero lo strato superficiale che protegge il terreno. In questo caso l’irrigazione giardino avverrà direttamente dal suolo. Esiste poi il metodo per scorrimento ovvero attraverso un tubo posizionato tra le varie aiuole che da appositi solchi farà scorrere l’acqua.

Come scegliere l’impianto d’irrigazione del giardino

Ogni giardino necessita di un sistema di irrigazione idoneo alla grandezza e alle caratteristiche della superficie del terreno e delle piante presenti. L’impianto di irrigazione del giardino deve infatti consentire il giusto apporto idrico a tutto il terreno in modo uniforme, ma non sempre necessitiamo di impianti sofisticati e di ultima generazione.

Per un giardino casalingo di piccole dimensioni può infatti essere sufficiente un sistema di irrigazione a getti regolari che permetta di inumidire il suolo in modo costante e continuo sulla base anche delle piante che abbiamo scelto di coltivare. Se invece possediamo un piccolo orto o delle aiuole fiorite è preferibile optare per un sistema di irrigazione flessibile, magari a scorrimento che permetta di far scorrere costantemente l’acqua tra le piante senza necessitare dell’intervento umano.

Se però siamo della vecchia scuola e amiamo l’irrigazione del giardino fai da te, è preferibile optare per un sistema a pistola in alternativa a quella con il tubo classico, poiché questo permette maggiore controllo della quantità d’acqua da utilizzare per le piante.

Come risparmiare sui costi di irrigazione

Come risparmiare sui costi di irrigazione è una domanda frequente per chi possiede un giardino. Questo impianto influisce infatti sui consumi dell’acqua e molto spesso anche su quelli elettrici. Uno dei metodi più validi per il risparmio dell’impianto di irrigazione giardino è quello di collegarlo ad una fonte di raccolta dell’acqua piovana.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta