Il Primato Nazionale mensile in edicola

Da qualche tempo si sta riscoprendo il tatuaggio non solo come elemento in più, o di trasgressione, ma come supporto per una estetica assolutamente perfetta. Vi ricorrono sempre più le donne famose, per non perdere tempo con lunghe sedute di trucco agli eventi, ma anche le “ragazze comuni” trovano interessante avere un trucco definitivo e perfetto. Così si risparmia il rossetto, o la noia della scelta del colore adatto.



Ma intervenire su punti delicatissimi del viso, come le labbra, è sempre un azzardo. Siamo proprio al confine tra estetica e chirurgia plastica, dunque bisogna informarsi bene prima di farlo. E accertarsi che chi lo fa abbia le giuste competenze e i riconoscimenti legali. Detto ciò, perché ricorrere al tatuaggio delle labbra? Solo per evitare quei cinque minuti in più davanti allo specchio?

Tatuaggio labbra, perché si fa e chi può farlo

Perché decidere di tatuarsi le labbra? Nei casi più gravi lo fa chi ha bisogno di nascondere cicatrici, inestetismi, difetti che rendono il viso pesante da guardare. Le VIP lo fanno per avere un sorriso perfetto per sempre. Le donne comuni possono scegliere di farlo per trovare il colore adatto e definitivo della bocca, eliminando per sempre la spesa del rossetto. Perché il tatuaggio labbra non soltanto definisce meglio o rende più carnose le labbra, ma può anche regalare loro un colore ben preciso.

In linea di massima tutte le donne possono sottoporsi al tatuaggio labbra. Ma è sempre bene parlare prima con un medico dermatologo, perché può essere sconsigliato a chi soffre di particolari allergie, a chi ha reazioni legate all’assunzione di farmaci, alle donne incinte o in fase di allattamento. La sicurezza è importante per evitare che i danni di un trattamento non indicato siano permanenti e terribili, proprio al centro di un bel viso.

Come si esegue il tatuaggio labbra

Il tatuaggio labbra si esegue in due o tre sedute da due ore circa ciascuna. Viene fatto con la classica penna da tatuatore, dopo aver stabilito con l’estetista il colore, aver fatto alcune prove con la matita ed essere ben sicuri della scelta fatta. La penna, caricata con un sottile ago, inietta sottopelle dei pigmenti che andranno a formare un contorno o un riempimento a seconda del desiderio , il professionista si chiama dermopigmentista, un esempio in Italia è Chiara Garofalo .

Esistono tre tipi di tatuaggio labbra: contorno, si delinea soltanto il bordo delle labbra così da averle sempre ben disegnate anche quando si esce senza rossetto; lo sfumato, ovvero un contorno labbra che prosegue con una tinta sempre più blanda fino a confondersi con il labbro naturale … per dare in tal modo l’effetto “carnoso”; riempimento, ovvero la colorazione vera e propria delle labbra con la sfumatura scelta perché sostituisca il rossetto per sempre.

Il trattamento è poco doloroso, sicuramente fastidioso, ma si può tollerare. Anche perché non è permanente e dopo 12 o 15 mesi si deve ritoccare perché torni ad apparire perfetto. Si può scegliere insieme all’estetista se usare pigmenti che scoloriscono presto, così da renderlo temporaneo (6 mesi), o pigmenti più resistenti.

Pro e contro

Il trattamento del tatuaggio labbra è un vantaggio perché: regala un effetto rossetto perfetto senza bisogno di truccarsi, dura quanto basta per facilitare la vita a chi lo fa, rende le labbra più grandi, più carnose e più brillanti ma sempre facendole apparire naturali. Copre inestetismi e cicatrici. Aumenta la sicurezza in se stesse.

Ma ci sono pure dei contro: non è adatto a tutti, è molto costoso (tra le 400 e le 900 Euro), necessiterà sempre dei ritocchi anche se a distanza di un anno, in caso di disguido o di trattamento eseguito male le conseguenze saranno ben visibili al centro del viso.



La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta