Esistono diversi integratori alimentari che permettono di migliorare il benessere generale ma anche esclusivamente quello di specifici organi come l’intestino.


Soffrire di reflusso gastro esofageo o di problemi intestinali può essere fastidioso e portare ad avvertire dolore e acidità. Non solo, spesso i problemi della flora intestinale sono causati anche da degli squilibri oppure a delle mancanze in termini di assunzione corretta di vitamine e sali minerali.


Ecco perché per riuscire a stare meglio si possono utilizzare dei supplementi nutrizionali che prendono il nome di integratori alimentari realizzati nella maggior parte dei casi con soli ingredienti naturali che permettono di migliorare il benessere dello stomaco e dell’intestino e supportare un miglior funzionamento fisiologico dell’intestino. Tra i più utilizzati c’è ad esempio l’integratore alimentare Marial Stick antireflusso che, come accennato in precedenza, può contare su ingredienti naturali.

Quali sono le situazioni in cui è possibile usare un integratore alimentare?

L’uso degli integratori alimentari, sempre su consulto di uno specialista o del proprio farmacista di fiducia, può essere ideale nel momento in cui si verificano delle situazioni che portano ad avvertire fastidio, dolore e problematiche per le quali non basta un approccio farmacologico.


Ci sono situazioni in cui è possibile ricorrere all’uso degli integratori alimentari per supportare il benessere fisiologico dell’organismo, dello stomaco e dell’intestino.

Ad esempio quando:

  • Si ha o si è avuta una malattia infettiva che ha colpito lo stomaco
  • Stati di stress e di affaticamento che portano a bruciori di stomaco e intestinali
  • Tabagismo
  • Presenza di condizioni intestinali che non permettono l’assunzione corretta delle sostanze nutritive necessarie quali: sindrome del colon irritabile, diarrea cronica, infiammazioni intestinali
  • Flore intestinale da riequilibrare con i giusti probiotici e fermenti lattici
  • Assunzione in caso di alterazione del microbiota
  • Assunzione di integratori alimentari contro il reflusso gastro-esofageo

Cosa sono gli integratori alimentari e quali normativa li disciplina?

Gli integratori alimentari come definitivo dalla direttiva europea di riferimento sono prodotti alimentari che permettono di integrare alcuni micronutrienti all’interno della propria dieta attraverso l’assunzione di pillole oppure di bustine che hanno un effetto nutritivo, oppure benefico sull’organismo.

Oltre ai micronutrienti, gli integratori possono essere usati anche per assimilare aminoacidi, acidi grassi Omega 3 e Omega 6, fibre vegetali.

Gli integratori aderiscono a una precisa normativa sia per quanto riguarda la produzione sia per l’etichettatura che deve garantire il rispetto delle giuste quantità di ogni singolo elemento che è contenuto in essi.

Vitamine e Sali minerali, preparati vegetali e prebiotici devono essere tutti preparati naturali che devono seguire le linee guide imposte da parte del Ministero della Salute.

Questi requisiti devono essere soddisfatti al fine di immettere sul mercato un prodotto sicuro d’assumere per supportare un miglioramento della flora intestinale e del benessere dell’organismo.


Come scegliere il giusto integratore per il benessere dell’intestino?

Quando si hanno problemi di stomaco, all’intestino oppure legati a un reflusso gastro-esofageo è necessario scegliere i giusti integratori che possano alleviare il problema e combattere sintomi come il reflusso gastrico.

Ad esempio, il già citato integratore alimentare Marial Stick presenta tra i suoi ingredienti naturali la gomma xantana e la gomma di tara che sono entrambe in grado di andare ad aderire alla parete esofagea consentendo all’acido ialuronico e cheratina idrolizzata di creare una barriera protettiva dai succhi gastrici.

Dunque, quando si sceglie un integratore per riuscire a migliorare il benessere di stomaco e intestino, il consiglio è di verificare che sia un prodotto di qualità, leggere gli ingredienti presenti per valutare qual è il migliore in base ai sintomi percepiti.

In caso di dubbi, è consigliabile sempre chiedere supporto al proprio farmacista o al medico di base al fine di comprendere quali sono i componenti naturali in grado di offrire i giusti benefici al proprio sistema digerente.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Ma quale integratore ?!?! Impariamo cosa è davvero il vero pane, prima di dovercelo dimenticare per sempre.

Commenta