L’organizzazione del magazzino è un fattore cruciale nell’organizzazione di un’azienda, e lo è ancora di più in un momento storico in cui sono particolarmente importanti tempi ed efficacia delle consegne. 

Per questo motivo, la scelta delle giuste scaffalature metalliche nel proprio magazzino può essere di grande aiuto sia in termini di gestione degli spazi che di velocità del pickup della merce. Nel primo caso, è evidente che dimensioni e caratteristiche di uno spazio adibito a magazzino vanno contemperate con la quantità della merce da allocare e anche con le misure degli oggetti.

Nel secondo,è spesso importante che gli addetti al magazzino o chi deve fare il pickup per la preparazione degli ordini possa accedere in modo veloce alla merce, ottimizzando così i tempi di lavoro e quindi la stessa produttività dell’azienda. Ci sono differenti tipi di scaffalature metalliche che vanno dunque scelti secondo le proprie esigenze aziendali.

Scaffalature metalliche, le principali tipologie

La scelta delle corrette scaffalature da inserire nel proprio magazzino può creare a volte dei dubbi, e in questo caso la cosa migliore è approfittare di servizi di consulenza logistica che possano indirizzare verso la scelta migliore per le proprie esigenze. A titolo esemplificativo, si possono comunque citare le principali tipologie.

Le scaffalature per picking

Nei magazzini in cui la merce depositata viene prelevata manualmente, questo tipo di scaffalature sono particolarmente indicate per merce di piccole dimensioni per consentire ai magazzinieri di prelevare la merce, consentendo al contempo un’ottimizzazione degli spazi disponibili in magazzino, Tali scaffalature, per la velocità con cui è possibile il prelievo, sono anche indicate per attività di commercio elettronico che richiedono di prelevare direttamente e velocemente la merce per il packing dell’ordine.

Le scaffalature leggere

Le scaffalature leggere come quelle per il picking fanno sempre parte delle scaffalature metalliche per cassette e oltre alla leggerezza, sono ideate per ottimizzare al meglio gli spazi a seconda delle esigenze dell’azienda. Per la loro leggerezza e versatilità, oltre che per i magazzini sono adatte anche per essere utilizzate negli uffici.

Scaffalature per pallet

Le scaffalature metalliche per pallet possono essere di 4 tipologie: portapallet, drive in, push-back e scaffalatura dinamica a gravità. Le scaffalature portapallet permettono l’accesso diretto a ogni singolo pallet e sono pertanto adatte a quei magazzini con differenti tipologie di pallet che richiedano di poter prelevare lo specifico pallet.

Differente è il concetto che sta dietro alle scaffalature drive in: l’obiettivo in questo caso è privilegiare l’ottimizzazione degli spazi del magazzino e sono più adatte ai casi di prodotti omogenei e a bassa rotazione. Le scaffalature push-back sono invece programmate per l’immagazzinamento ad accumulo dei prodotti secondo il concetto del “Last in – First Out”, l’ultimo prodotto che entra è il primo ad uscire. Anche in questo caso l’obiettivo è un’importante ottimizzazione dello spazio.

Infine, le scaffalature dinamiche a gravità, rispondenti al principio del “First in – First out” (primo ad entrare, primo ad uscire) sono predisposte in modo che le unità di carico scendano verso il punto di prelievo secondo un meccanismo di gravità, controllate da appositi rulli frenanti.

Questo breve excursus su alcune tipologie di scaffalature metalliche è di per sé stesso la dimostrazione dell’importanza di scegliere quelle giuste secondo le esigenze del proprio magazzino. Ciò consentirà di ottimizzare lo spazio, i tempi di prelievo e, in generale, l’efficienza del proprio magazzino si stoccaggio.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta