Roma, 24 nov – Sono rimasti in pochi, ma ci sono. Stiamo parlando di coloro che in tv contestano apertamente – e in maniera informata – il pensiero unico su green pass (ora pure super green pass) e campagna vaccinale. Tra questi c’è senz’altro Massimo Cacciari, che non si tira mai indietro se c’è da polemizzare o da bastonare il governo su vaccino e certificato verde. Dopo aver risposto a tono a Lilli Gruber, ieri è toccato a Bianca Berlinguer. Durante la puntata di Cartabianca, in onda su Rai3, il noto filosofo ha denunciato con forza quella che lui definisce «scienza di regime».



Contro la scienza di regime

«Non si parla più di temi importanti e decisivi, come la disoccupazione o la crisi economica, il Covid ormai copre tutto», esordisce Cacciari. Che poi spiega: «I morti per Covid sono un quarto di quelli che muoiono di tumore e un terzo di quelli che muoiono per malattie cardiovascolari, ma tanto c’è il Covid, si muore solo di Covid e fine dei giochi». La Berlinguer già capisce che piega sta prendendo il discorso, ma il filosofo è un fiume in piena: «Tra l’altro non bisognerebbe intervistare Cacciari, ma gli scienziati che dicono come stanno le cose, in alternativa alla scienza ufficiale di regime, a quelli che ritengono di avere la verità in tasca. Bisognerebbe ascoltare gli scienziati che pongono domande e problemi, come molti premi Nobel».

Cacciari scettico sul vaccino

«Che cosa dicono questi scienziati?», chiede la Berlinguer. «Tante cose», risponde Cacciari, «ad esempio che è una follia fare il vaccino a bambini sotto i 12 anni, lo dice anche l’Oms. Tra tutti i contagiati del mondo sotto i 12 anni la percentuale di morti è uno su dieci milioni. Non esiste un rischio per quelle categorie». Inoltre, puntualizza Cacciari, «questo vaccino – che non è un vero vaccino, come hanno spiegato Bizzarri e altri – ha un’efficacia che va a ridursi», e pertanto «il green pass serve poco o niente. Se fossimo tutti vaccinati al 100 per cento, i contagi ci sarebbero ugualmente. Il vaccino non basta, bisogna pensare a una strategia diversa».

Video

Vittoria Fiore

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta