Roma, 1 feb – La sostituzione di popolo entra all’interno della campagna elettorale. E non come boutade o argomento di dibattito più o meno classificabile alla voce complottismo, ma come vero e proprio programma di governo.

A lanciare la proposta è Emma Bonino. Intervistata dal Sole 24 Ore, oltre alla necessità di una cura da cavallo da imporre alla spesa pubblica – che va “congelata per tutta la durata della legislatura per ridurre il debito pubblico” (nessuno le ha mai spiegato che la spesa pubblica è una delle componenti del Pil e quindi un suo blocco significa stagnazione?) – e altre amenità come il mantenimento della Legge Fornero, il leader dei radicali ha le idee chiare anche in merito alla crisi demografica che attanaglia non solo la nostra nazione, ma l’Europa intera.

“Bisogna coltivare – spiega infatti la Bonino – il giardino d’infanzia che abbiamo 300 chilometri sotto di noi mentre l’Europa è segnata dal declino demografico“. Tradotto: se non facciamo abbastanza figli bisogna compensare importando carne fresca dall’altro lato del mediterraneo. Non solo: secondo la Bonino occorrere anche “portare a compimento le leggi rimaste a metà come lo Ius culturae la legge popolare Ero straniero“. Porte aperte a tutti e cittadinanza indiscriminata a chiunque, ecco il programma che i Radicali portano all’interno della coalizione col Pd. E se non è sostituzione di popolo questa…

Nicola Mattei

Commenti

commenti

15 Commenti

  1. Bastava non fomentare gli aborti, e eravamo una Nazione popolata il giusto. Una cialtrona che ha avuto un Potere inversamente proporzionale ai suoi 4 votanti. Un mistero.

  2. E io ITALIANO per avere un figlio ho dovuto sborsare quasi 15mila euro! Chiaramente in clinica privata… Visto che tramite Asl vengono usate tecniche obsolete,e comunque i costi non sono molto inferiori! Come me molte persone cercano un figlio che purtroppo non arriva… e lo stato ci volta le spalle! Io ho vinto perché ora ho tra le braccia ALESSANDRO ( bel nome ITALIANO) e quando sarà grande gli racconterò dei sacrifici fatti dai suoi genitori e gli spiegherò anche che una vecchia comunista ormai in cancrena incitava gli ITALIANI ad adottare dei negri invasori, anziché aiutare degli ITALIANI ad avere figli ITALIANI! Scusate il confuso sfogo ma la vorrei vedere decapitata da uno dei suoi negri

  3. Persona estremamente colta ma del tutto fuori di testa ed ottenebrata da follie idealiste. Ha fatto danni che perdureranno nei secoli a venire

  4. …premesso che i radicali sono in questo momento scissi tra pro Bonino e no Bonino ( almeno stando a sentir le loro chiacchiere ) e quindi la signora ”pompa-di-bicicletta” non può ”vantarsi” di essere la capocchia dei radicali…, il problema è facilmente risolvibile: prendere la vecchia ”pompa” e spedirla a 3000 chilometri sotto di noi…

  5. Questa infame bugiarda e traditrice della patria ha fatto morire migliaia di bambini italiani ed ora li vuole sostituire importando africani , neri e magrebini , pianificando una sostituzione razziale che riporti gli abitanti dell’Italia all’età della pietra ed a vivere in una giungla di vermi e bastardi spacciatori ,dediti a riti tribali ed alla violenza . Si dovrebbero vergognare e sparire,lei e quel razzista di soros.

  6. Mistero solo per chi si è illuso che il voto significasse il potere al popolo. Ogni società ha il suo gruppo di potere etnicamente e culturalmente omogeneo. Ce l’hanno le vituperate (per la nostra informazione ufficiale) dittature e ce le abbiamo anche noi. Solo che nelle prime il gruppo di potere ci mette la faccia esponendosi con ciò alla possibilità di essere rovesciato, mentre nelle società occidentali si guardano bene dal farlo.
    L’esempio lampante è proprio questo articolo: un partito marginale tesse l’elogio della sostituzione etnica di noi stessi con altri popoli e noi, disorientati dalle manovre elusive del gruppo suddetto, non sappiamo con chi prendercela, disperdendo il nostro voto a destra e a manca.
    Perché tutti ci facciamo fottere dal colore politico e dalle ideologie che i partiti si divertono a scrivere, pochissimi guardano DI QUALE GRUPPO SOCIALE sono la voce. Nei paesi dove un partito o un personaggio politico prende il 70% e oltre il popolo sa bene chi è investito dell’onere di fare i propri interessi (esempio, la Russia di Putin). Nei paesi dove invece il voto si disperde in una colorata varietà di simboli e nomi, c’è evidentemente uno che fa le scarpe a tutti proprio facendosi forte della dispersione del voto popolare. Ed è ovviamente l’oligarchia al comando.
    Tocca ora prima che sia troppo tardi dare un volto al nemico: capire CHI è.
    Io posso solo darvi un indizio citando le parole di un famoso esponente dell’illuminismo: “per conoscere chi vi comanda basta sapere chi non vi è permesso criticare”

  7. certo che “giardino d’infanzia” riferito a quella famosa africa della quale dovremmo accogliere tutti gli
    abitanti perchè:

    – “funestata da guerre”
    – “infestata da malattie”
    – “devastata da fame ed ecosistema”
    – “schiavizzata da DITTATORI” (sono al massimo 3-4 su 54 stati)

    fosse detto da una Boldrini qualsiasi farebbe ridere nella sua evidente e solita contraddizione,da una abortista convinta come questa Buonino fa decisamente piangere, ma lacrime di sangue come i MILIONI di Italiani soppressi prima della loro nascita grazie ad una legge considerata “conquista di civiltà”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here