Roma, 29 ago – Come mai Forza Italia ha pensato bene di candidare Claudio Lotito in Molise? Evidentemente, perché il presidente della Lazio conosce bene quella regione, avranno pensato i più fiduciosi. Oggi, anche loro, potrebbero facilmente ricredersi. Prova ne siano le dichiarazioni di Lotito: “Conosco l’Abruzzo perché mio nonno era di Amatrice”, ha dichiarato, riuscendo pure a ricollocare Amatrice – che come noto è un comune del Lazio, per l’esattezza in provincia di Rieti – in Abruzzo. Così, da candidato di Fi al collegio uninominale del Senato, in Molise, l’imprenditore romano ha provato a motivare la scelta di presentarsi in una regione a lui non propriamente familiare durante l’incontro per la presentazione dei candidati di Forza Italia al Centrum Palace.

Lotito: “Io candidato in Molise, conosco l’Abruzzo e Amatrice…”

A chi lo ha accusato di essere un classico caso di “paracaduto”, Lotito ha risposto insomma per le rime: “È vero, non conosco questo territorio, anche se conosco l’Abruzzo perché mio nonno era di Amatrice. Ma mi sono documentato e non su Wikipedia perché io non uso i social e non ho nemmeno Google sul telefonino. Ma mi prendo un impegno con la popolazione molisana, perché questa regione ha bisogno di rappresentanti che ne sposino la causa, è una regione ignorata che non ha voce”. Breve inciso: Wikipedia non è un social, ma almeno questo potremmo derubricarlo a errore veniale.

Poi, il presidente biancoceleste, ha replicato all’inflazionata battuta “Il Molise non esiste”, affermando: “Più che una regione che non esiste, è una regione fantasma, inascoltata, invisibile. Finora quello che ho visto è bellissimo ma nessuno ne parla”. Per poi affrontare il tema viabilità: “Oggi per venire a Campobasso ho impiegato un sacco di tempo, ho preso atto che le strade sono quelle degli anni Sessanta e non è possibile valorizzare il territorio senza infrastrutture all’altezza”. Dunque Lotito ha annunciato di voler aprire sedi elettorali nelle tre principali città molisane: Campobasso, Isernia e Termoli. “Mi trasferisco in Molise per questo periodo di campagna elettorale, starò sempre qua e farò il giro dei paesi”, ha detto. Buona idea, magari nel frattempo scoprirà pure che Amatrice non è neppure in Molise.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Da Wikipedia: “Amatrice (anche con l’articolo: l’Amatrice[4]; L’Amatrici in dialetto sabino[5]) è un comune italiano di 2 300 abitanti[1] della provincia di Rieti nel Lazio. Appartenuto storicamente all’Abruzzo sotto i regni di Sicilia, di Napoli, delle Due Sicilie e d’Italia, restando inclusa di volta in volta nel Giustizierato d’Abruzzo (1265-1273), nell’Abruzzo Ulteriore (1273-1806), nell’Abruzzo Ulteriore II (1806-1860) e nella provincia dell’Aquila (1860-1927), dal 1806 al 1926 fu parte del distretto e poi del circondario di Cittaducale.”
    Lotito non ha detto proprio una castroneria…

Commenta