Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 giu – Alla fine Fratelli d’Italia e Forza Italia la spuntano sulla Lega sui candidati di Campania e Puglia e il centrodestra trova la quadra su chi schierare alle regionali. “Il centrodestra ha individuato la squadra migliore per vincere le elezioni nelle Regioni che andranno al voto a settembre e, soprattutto, portare il buongoverno in quelle che oggi sono male amministrate dalla sinistra”. Così recita la nota congiunta dei tre leader del centrodestra Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi che dopo una trattativa che si è protratta per settimane annunciano i candidati che correranno per la presidenza delle regioni. Eccoli: Francesco Acquaroli (FdI) per le Marche, Stefano Caldoro (FI, già governatore prima di De Luca) per la Campania, Susanna Ceccardi (Lega) per la Toscana, Raffaele Fitto (FdI) per la Puglia. Si aggiungeranno alla squadra anche i governatori uscenti che sono stati confermati: Giovanni Toti (Cambiamo!) in Liguria e Luca Zaia (Lega) in Veneto.

Meloni si impone sulla Puglia

Su Puglia e Marche ha la meglio la Meloni, che supera l’opposizione di Salvini sui candidati di FdI. Con la leader si complimenta anche il capogruppo di FdI alla Camera Francesco Lollobrigida: “Ringraziamo il presidente Giorgia Meloni che con grande lungimiranza e determinazione ha lavorato quotidianamente in questa direzione, individuando e indicando in Francesco Acquaroli e Raffaele Fitto le migliori esperienze umane e politiche per liberare finalmente le Marche e la Puglia dal malgoverno delle sinistre”.

FI: “In Campania assalto di Salvini non riuscito”

In Campania invece, “l’assalto di Salvini non è riuscito – spiega Amedeo Laboccetta, presidente dell’associazione Polo Sud (orbita FI) – per mesi, quotidianamente, ha bombardato l’ultima roccaforte di Silvio Berlusconi. Ma il Cavaliere alla fine non ha mollato Stefano Caldoro”. “Adesso – aggiunge Laboccetta – occorre guardare avanti e scendere tutti in campo con superliste. Basta con i veti ad personam, ai rigori si può arrivare ma ci vuole coraggio, cuore e passione”.

Accordo raggiunto anche per le comunali

L’accordo riguarda anche le elezioni comunali, dove il centrodestra esprimerà candidati unitari. “L’accordo raggiunto, in un clima di grande collaborazione – si legge nel comunicato – prevede che la Lega indichi i candidati in alcune città del centrosud fra cui Reggio Calabria, Andria, Chieti, Macerata, Matera, Nuoro, mentre Forza Italia e Fratelli d’Italia esprimeranno candidati in altre città al voto. I partiti si sono impegnati a prestare grande attenzione al momento della compilazione delle liste a tutti i livelli: saranno di qualità sotto ogni aspetto”.

Adolfo Spezzaferro

1 commento

  1. Però, Raffaele Fitto ex DC ed ex Forza Italia e Stefano Caldoro ex Psi e tuttora nell’orbita di Forza Italia, non c’è che dire, due perfetti esempi di indefessi sovranisti euroscettjci che non scendono a compromessi con il Sistema!
    Ma qualcuno in Casa Pound e dintorni pensa ancora di andare da qualche parte fiancheggiando il solito centrodestra dove Berlusconi ancora riesce a dettar legge nonostante abbia forse il 6%?
    E FdI? Ne vogliamo parlare?

Commenta