Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 15 giu – Sbarchi senza sosta a Lampedusa, con altre sette imbarcazioni approdate questa notte: è emergenza clandestini ma il governo non fa niente, con il ministro Lamorgese che aspetta aiuti dalla Ue sui rimpatri. Per la leader di FdI Meloni “stiamo per rimanere soli, rischiamo che ci chiudano Schengen” e l’unica soluzione è “il blocco navale”.



Altri sbarchi nella notte a Lampedusa, hotspot al collasso

Altri sette sbarchi durante la notte a Lampedusa dove sono approdati, in tutto, un migliaio di clandestini in pochi giorni. La prima imbarcazione, con 85 persone a bordo, è stata soccorsa da Guardia di finanza e Capitaneria di porto. Un altro barchino, con 13 tunisini, è, invece, approdato autonomamente, seguito da un altro con 12 uomini provenienti dal Marocco e dal Sudan. E poi ancora altri quattro sbarchi di 20, 53, 54 e 13 tunisini. Sono stati tutti trasferiti nell’hotspot dell’isola che, dopo gli sbarchi e i trasferimenti di ieri, è al collasso. Infatti ospita un migliaio di immigrati irregolari a fronte di una capienza massima di 250. La prefettura di Agrigento proverà a disporre altri trasferimenti in giornata.

Black Brain

Sbarchi di clandestini anche in Sardegna

Sempre questa notte altre due piccole imbarcazioni con a bordo in tutto 26 clandestini sono arrivate sulle coste sud-occidentali della Sardegna. I due gruppi, intercettati dal reparto aeronavale della Guardia di finanza di Cagliari a sud dell’isola del Toro, sono stati poi scortati al porto di Sant’Antioco. I clandestini, quasi certamente algerini, si aggiungeranno ai 109 già ospiti del centro di prima accoglienza di Monastir (Cagliari).

Nave Ong Msf con 410 clandestini a largo delle nostre coste

Intanto restano a bordo della Geo Barents, nave della Ong Medici senza frontiere, i 410 clandestini recuperati in sette diverse occasioni, a partire da cinque giorni fa. “Sono stremati”, afferma la Ong che chiede “un porto sicuro per lo sbarco immediato“. La nave è ancora in acque internazionali, al largo delle coste siciliane e maltesi. Ma possiamo immaginare come andrà a finire: dopo l’ennesimo no di Malta la nave farà rotta per l’Italia. Le navi Ong hanno ripreso da tempo a fare la spola, grazie anche alla bella stagione e al mare buono.

Meloni: “Stiamo per rimanere soli, serve blocco navale”

Una situazione insostenibile, per la Meloni. “Questo governo sul tema dei migranti sicuramente ha un problema enorme, è in continuità con quanto hanno fatto i governi di sinistra e stiamo per rimanere soli. A noi dicono che in Ue sono cattivi Orban e i polacchi che non vogliono la redistribuzione, ma vi comunico che non la vogliono neanche i francesi e i tedeschi, e giustamente dico.  E’ irragionevole la posizione del governo italiano, e per paradosso rischiamo che prima o poi ci chiudano Schengen, quindi io chiedo una politica ragionevole, che è quella del blocco navale“. Così la leader di FdI (che sta all’opposizione del governo Draghi) a margine di una conferenza stampa a Verona.

Tajani “Respingere clandestini e fare accordi con i Paesi di provenienza”

A sentire il vicepresidente di Forza Italia (che fa parte del governo Draghi) Tajani, tuttavia, “per affrontare la questione dell’immigrazione serve innanzitutto una strategia molto chiara che non può essere soltanto una strategia di ordine pubblico. Certamente bisogna respingere gli immigrati clandestini e rimandarli a casa loro, ma serve una strategia che già era stata attuata dal governo Berlusconi, facendo accordi con i Paesi di provenienza e poi serve una strategia europea con investimenti sostanziosi in Africa. Per favorire la crescita, combattere il cambiamento climatico, sconfiggere il terrorismo e far crescere i rapporti imprenditoriali tra Africa e Ue. Non si tratta di colonizzare l’Africa come stanno facendo i cinesi, ma per esempio puntare su industria di trasformazione che noi possiamo realizzare con gli africani, acquistando poi a prezzi vantaggiosi le materie prime estratte a prezzi vantaggiosi”. Così il vicepresidente di Forza Italia, ospite di Cusano Italia Tv.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Oramai le parole non servono.
    Srrve risolutezza(ed anche qualche maniera brusca).
    E soprattutto rimpatri! A iosa!!!

Commenta