Il Primato Nazionale mensile in edicola
Roma, 28 nov – Sembra essere terminata la “luna di miele” tra Giuseppe Conte e gli italiani. Il gradimento per il presidente del Consiglio era schizzato alle stelle proprio in concomitanza con il primo lockdown, passando dai 42 punti di febbraio ai 56 di marzo. Nel settembre scorso poi, Conte aveva raggiunto l’apice della popolarità, quando con la prima ondata di Covid-19 “archiviata” e la seconda ancora lontana dall’orizzonte, aveva convinto addirittura il 62% degli italiani. Quello era stato il picco, visto che stando all’ultimo sondaggio Ipsos oggi il premier può contare “solo” sul 52% del gradimento degli italiani. Un dato tutto sommato alto, ma che conferma un trend negativo: perdere 10 punti in poco più di due mesi è un campanello d’allarme preoccupante.

Sondaggio sul gradimento dei leader: dopo Conte viene la Meloni

Rimanendo in tema di gradimento individuale, dopo Conte il leader politico più popolare è Giorgia Meloni con 36 punti, seguita dal ministro della Salute Speranza a 35, Salvini a 33 e Zingaretti a 29. Più indietro Di Maio e Berlusconi, rispettivamente a 25 e 24 punti di gradimento. Italia divisa in due poi sulla percezione del Covid: il 45% lo considera meno aggressivo, mentre il 46% lo ritiene identico a prima. Dubbi anche rispetto al vaccino, solo un italiano su tre intende vaccinarsi: molta la preoccupazione per l’affidabilità e la sicurezza rispetto ai rischi collaterali. Pessimismo generalizzato invece rispetto alla situazione economica, visto che il 61% degli intervistati si aspetta un peggioramento. Sembra proprio essere il momento più delicato sotto l’aspetto della tenuta sociale di questo anno a dir poco difficile, visto che solo il 13% degli italiani si aspetta di uscire dall’emergenza nella prossima primavera.

M5S ancora in calo

Sul fronte dei consensi per i partiti restano tutto sommato stabili le forze che compongono la maggioranza giallofucsia: il Pd è al 20,6% in linea con gli ultimi rilevamenti, mentre i 5 Stelle registrano un calo di quasi un punto percentuale e si attestano al 15%. In questo modo M5S è ormai il quarto partito, scavalcato da Fratelli d’Italia che ora si colloca al 15,5%. Nonostante il leggero calo di mezzo punto percentuale delle rilevazioni di un mese fa, il partito di Giorgia Meloni si conferma come terza forza politica (in linea teorica) in Italia. Sembra recuperare poi qualcosina la Lega, al 25,5% saldamente primo partito. Forza Italia stabile intorno all’8%, mentre le altre liste, da Italia Viva ad Azione più gli altri partiti minori di centrodestra e centrosinistra, non subiscono particolari variazioni rispetto al mese scorso.

Davide Romano

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta