Roma, 26 nov – Il dato è evidente e lo abbiamo denunciato più volte: in Italia non esiste una libera discussione su temi sensibili come il Covid, il vaccino, il certificato verde, annessi e connessi. La stessa denuncia è stata lanciata da Maurizio Belpietro, che ieri si è scontrato con Licia Ronzulli, senatrice di Forza Italia che si sta facendo conoscere per il suo integralismo vaccinale. Durante l’ultima puntata di Dritto e rovescio, programma condotto da Paolo Del Debbio su Rete4, il direttore della Verità ha tirato fuori gli artigli e puntato il dito contro le numerose contraddizioni della narrazione dominante.



«Anche se si è vaccinati ci si ammala»

Dopo che la Ronzulli ha recitato la filastrocca governativa sulla «pozione magica» (il vaccino come arma formidabile per annullare i contagi), Belpietro ha fatto partire la controffensiva: «La sinistra, per tante volte, ci ha spiegato cos’è il “populismo”. Sono delle soluzioni semplici a dei problemi complessi. Oggi il populismo è dire: “Basta vaccinarsi e abbiamo risolto il problema”», ha esordito il direttore della Verità. Che poi ha proseguito: «Vi cito un caso proprio di queste ore: il caso della Rsa di Masone. Ci sono 25 persone che sono ospiti di quella casa, si sono contagiate tutte nonostante la terza dose. Come sono andati a curare queste persone? Ci è andato il virologo Matteo Bassetti curandoli con le monoclonali. Che cosa vuol dire? Che anche se si è vaccinati ci si ammala. Questa è la verità».

Leggi anche: Per Draghi 8 milioni di italiani non fanno parte della «nostra società»

A quel punto la Ronzulli comincia a spazientirsi e a interrompere il suo interlocutore, ma Belpietro tira dritto citando le statistiche del Regno Unito: «Ho qui i dati. Questi sono i decessi: i decessi dei vaccinati con due dosi sono al 78 percento, mentre i non vaccinati sono al 18 per cento. Questo vuol dire che anche i vaccinati finiscono in terapia intensiva, anche i vaccinati muoiono». La senatrice di Forza Italia non ci vede più e inizia a parlare sopra il direttore della Verità, che però non ci sta e cita un altro studio: «L’ultima ricerca fatta su 83mila persone vaccinate dice che il 9,6 per cento si sono ammalate di Covid. E sapete perché? Perché dopo tre mesi il vaccino perde efficacia».

Belpietro asfalta la Ronzulli

«Ma non è vero», contesta la Ronzulli, mandando in collera Belpietro: «Forse la senatrice non lo sa, ma questo lo dice il British Medical Journal, che è una delle più autorevoli riviste scientifiche e conta molto più di una parlamentare». Stesso discorso, continua il giornalista, «per uno studio di Lancet, che ha negato che sia in atto una “epidemia dei non vaccinati”. Ecco, se questo non si può dire, allora significa che ci sono delle persone che vogliono impedirvi di sapere le notizie alzando la voce e impedendo agli altri di parlare. Ci sono dei senatori della Repubblica che impediscono a qualcuno di mostrare quello che sta succedendo».

Video

Elena Sempione

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Grande Belpietro.. Ogni volta che uno cerca di fare cointronformazione, (parlo in generale eh..), dire semplicemente dei dati, c’è sempre qualche ochetta, disturbatore o schiavo di turno che cerca di fermarlo e interromperlo.. La tv italiana ormai è, in gran parte, spazzatura.

  2. Belpietro, sulla vergognosa gestione del sino-virus, sta facendo un lavoro encomiabile, con i suoi colleghi di redazione e fuori redazione tiene botta ormai a tutti. Fate bene a riconoscere con questo articolo.

  3. Le donne di Berlusca è meglio perderle che trovarle… da tutti i punti di vista! Salvo la prima moglie e mamma e pochissime altre. Senatrice… che schifo di comportamento!

Commenta