Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 lug – “Il campo ci sembra pulito e ordinato, tuttavia tenere 150 persone –nessuna delle quali proveniente da teatri di guerra – in tende posizionate sull’asfalto, dove la temperatura supera i 40 gradi, al centro di un quartiere e di fianco ad un ospedale (il Forlanini ndr) chiuso per la negligenza dell’amministrazione, ci sembra comunque una situazione fuori controllo”. Così Simone Di Stefano stamattina dopo aver fatto un blitz nella tendopoli che la Croce Rossa ha allestito in Via Ramazzini (Monteverde), già al centro delle proteste dei cittadini della settimana scorsa. Il Vice-Presidente del movimento “tartarugato” ha poi rivolto al neo sindaco Virginia Raggi l’invito ad interessarsi della questione.

Probabilmente l’invito cadrà nel vuoto, visto che nel Movimento 5 stelle sembra siano più interessati a risolvere diatribe interne al partito stile prima repubblica, piuttosto che dare seguito alla “rivoluzione” pentastellata. Figuriamoci se ascoltano le rimostranze dei cittadini di Monteverde…

Aurelio Pagani