Roma, 10 giu – Elicottero disperso tra Emilia e Toscana. Un fatto dai toni misteriosi che sta tenendo banco da ieri sera, come riporta l’Ansa.

Elicottero disperso: la dinamica della scomparsa

Il velivolo era decollato ieri mattina alle 10 dall’aeroporto di Lucca e sarebbe dovuto arrivare a destinazione alle 10.30. All’improvviso, è sparito dai radar e non c’è n’è più traccia. Secondo quanto emerso, a bordo ci sono sette persone, sei stranieri (quattro turchi e un libanese, tutti imprenditori) con il pilota italiano. L’elicottero si dirigeva a Castelminio di Resana, in provincia di Treviso, secondo la Roto Cart, azienda di produzione di carta. La testimonianza della ditta è importante perché ricostruisce il tragitto che l’elicottero seguiva ormai da tre giorni, visto che si muoveva tra le due destinazioni per trasportare alcuni buyer. Il modello dell’elicottero disperso sarebbe un Agusta Koala. Proprio il titolare della Roto Cart, Giuliano Gelain, ha dichiarato che il velivolo si muoveva due volte al giorno, al mattino e al pomeriggio, per portare gli imprenditori nell’azienda a Castelminio di Resana. L’uomo è ottimista: “Sono convinto che non si sia schiantato, altrimenti, secondo i tecnici, sarebbe partito un segnale di allarme, che noi non abbiamo mai ricevuto”.

Il velivolo scomparso nel nulla: le ricerche

Attualmente le attività per trovare l’elicottero disperso sono concentrate sull’Appenino tosco-emiliano, tra Modena e Lucca. Ad effettuarle, un velivolo del soccorso aplino di Pavullo (Modena) e un mezzo dell’Aeronautica. La zona è piuttosto fitta di boschi, oltre che – ovviamente – di montagne. A coordinare le attività di ricerca ci sono le prefetture delle due città, ma si è aggiunta anche la protezione civile. Interrotte durante la notte, le attività sono riprese questa mattina. Sparito dai radar, dell’elicottero disperso attualmente non si trova alcuna traccia, neanche secondo gli ultimi aggiornamenti pubblicati da RaiNews.L’ultima rilevazione, comunque, si ritrova nel modenese, per la precisione nel comune di Pievelago. Ed è da lì che oggi si cercherà ancora di più, tra San Pellegrino in Alpe e Piangelagotti, dove stamattina si è pure scatenata una tempesta di grandine e vento.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta