Roma, 27 ott – In Italia ci saranno oltre 21 milioni di immigrati nel 2065. Un terzo della popolazione italiana. Di questi 14,1 milioni saranno i residenti stranieri nel nostro Paese, e 7,6 milioni i cittadini italiani di origine straniera. Cioè i nuovi italiani. Sono dati impressionanti, forniti dal Dossier Idos sull’immigrazione, che fotografano anche la situazione odierna dell’immigrazione in Italia, aggiornata al 31 dicembre 2016. A quella data gli stranieri regolari in Italia, di circa 200 nazionalità diverse, erano 5.359.000 (in realtà sono molti di più perché oltre 200 mila sono ancora in attesa di essere registrati come residenti), a fronte di 5.383.199 italiani che se ne sono andati all’estero, vi risiedono stabilmente e sono iscritti al registro degli Italiani all’Estero (Aire). Questi ultimi sono 150 mila in più rispetto al 2015, e la cifra non tiene conto dei tanti italiani che all’Aire non si iscrive. Dal dopoguerra a oggi il numero degli italiani all’estero non è mai stato così alto.

Ma quello che emerge ancora dal dossier è il rapporto tra andamento demografico e immigrazione. Perché nel 2016, sulla scorta di quanto succede già da parecchi anni, le morti hanno prevalso sulle nascite, cioè sono morti più italiani di quelli che sono nati, con uno scarto di oltre 204mila persone. Secondo i sostenitori dell’immigrazione incontrollata, e conseguentemente dello ius soli, il fatto che arrivi chiunque e da ovunque in Italia è uno strumento per aiutare l’incremento demografico.


Una sciagurata teoria che già oggi sta portando i suoi “frutti”, dato che le nascite di bambini da genitori stranieri in Italia sono il 14,7% del totale. Se si continua così, e lo dicono le previsioni demografiche dell’Istat, tra una cinquantina di anni il divario tra nati e morti verrà non solo colmato, ma verrà superato. Solo che guardando la composizione dei nuovi nati si noterà che di italiani ce ne saranno sempre meno.

Anna Pedri

 

Commenti

commenti

8 Commenti

  1. Con lo ius soli questi 21 milioni di stranieri previsti per il 2065 saranno “italiani” solo sulla carta. Solo un cretino può pensare che questi possano essere uguali a noi italiani tradizionali e da generazioni, e che l’Italia rimarrà la stessa che conosciamo oggi.

  2. un piccolo esempio; assolutamente inmpensabile per mio papà (già combattente nella RSI ) qualche decennio fa quando era ancora in vita, andare in centro città in ciabatte e canottiera,e questo mica perchè era un professionista,ma perchè nemmeno un nostro muratore al tempo per andare in città -diciamo fuori servizio- ci sarebbe andato in infradito e canotta,cosa che attualmente è diventata attualmente normale;

    già perchè dietro ad un piccolo fatto di costume,possiamo facilmente leggere una rivoluzione sociale in senso peggiorativo e terzomondista,di cui le ciabatte ne rappresentano quasi una immagine totemica;
    in quanto le scarpe normali per chi non è abituato a portarle risultano scomodissime;

    a mio avviso quindi,dietro ad un paio di ciabattoni possiamo già saggiare quel futuro a cui sarà condannato il nostro Paese; perchè non è affatto vero che se sei africano e ti trasferisci in Europa diventi europeo,ma invece più facilmente porterai la tua Africa ed i tuoi costumi…più o meno quelle stesse cose dalle quali ti sei allontanato.

    Una Italia senza Italiani di sangue,non sarà più la stessa cosa,ma ci potremo comunque consolare organizzando una “ciabattata” collettiva in centro città.

  3. Speriamo di non arrivarci, magari con le prossime elezioni si rimanderanno tutti a casa loro, e per regalo si porteranno dietro i nostri sgovernanti

  4. Italioti abbandonate calciopoli, realitopoli, politicopoli, bancopoli, finanziopoli, ma riarmatevi pr difendere la vostra sacra terra. L’Italia e un paese unico al mondo, pur con tutti i nostri difetti, siamo unici. E che questo sacro suolo patrio, dove hanno vissuto grandi civilta venga inzozzato da merde color negro, marrione od altro proprio non ci sta. e tempo di scatenare un putiferio senza confini. I politici sporchi vanno eliminati, questa soceta ha bisogno di una pulizia interna da brividi. se comincera a scoppiare queche petardo anche sotto il culo dei signori (merdisi appestati) migranti e probabile che vqfdqno fuori dqi coglioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here