Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1° ott – Era attesissima l’ospitata di Asia Argento da Massimo Giletti a Non è l’Arena su La7, dopo che il conduttore aveva invitato in studio Jimmy Bennet, il ragazzo che ha accusato di stupro il volto italiano di #MeToo. L’attrice ha dunque inscenato un’autodifesa a tutto campo, affermando di essere stata lei a subire la violenza sessuale, non Bennet: «Mi è saltato addosso – ha raccontato Asia Argento – e mi ha messo di traverso sul letto, ha fatto quello che doveva fare senza preservativo. Io ero ferma e immobile, lui mi è saltato letteralmente addosso. Sarà durata due minuti al massimo… come un coniglio. Io gli ho detto: “Come ti è venuta questa cosa?”. E lui: “Eri il mio desiderio sessuale da quando avevo 12 anni”».
E ancora: «Quel selfie mi ha riportato alla realtà. Mi sono sentita usata, farà vedere che è andato con la milf di turno. Io non ho reagito perché era impensabile, tutto pensavo tranne che questa cosa». Poi l’attrice scoppia in lacrime: «Il fatto di essere stata chiamata pedofila è uno stigma, non so nemmeno come riesco a stare in piedi, dovrei stare bocconi. I miei figli hanno sofferto tantissimo, per evitare il bullismo ho mandato mio figlio a vivere negli Stati Uniti con il padre». Tuttavia, Asia Argento sembra più che altro interessata a una cosa sola: «Vorrei tornare a X Factor, riappropriarmi della mia vita, perché i miei figli sono fieri di me, perché l’Italia mi vuole e perché non ho fatto nulla di ciò di cui vengo accusata».

4 Commenti

  1. Chi ha abusato chi?… È lapalissiano che i rapporti intercorsi tra il “ragazzino arrapato” e la “paladina delle donne abusate” siano stati consenzienti e con quantomeno reciproco gradimento… Però: “per un punto Martin perse la cappa”!… La Sig.ra Argento,almeno per ciò che sancisce la Legge dello Stato in cui è stato consumato l’ idillio, ha, se non proprio ” abusato”, almeno “corrotto” un minore. A quanto se ne sa’, la “dark lady” pagava il silenzio del minorenne. Chi ci ha rimesso è stata l’ immagine buonista e vittimista del movimento femminista. È stata sovvertita la regola del Movimento #Mee Too: ” Ho goduto pure io!… Ma hai abusato solo tuuu!!!”…

  2. Da come sembrava nella foto era molto contenta di stare con il bambino nel letto.Adesso la balla che lui le è saltato addosso!!!Hahahahahaha!!!! Il bello è che non si vergogna nemmeno un po’, anche di aver accusato a posteriori dopo molti anni il produttore che le aveva trovato un posto da protagonista in un film

  3. Premesso che parlare di aggressione sessuale mi fa un pò cascare le braccia, mi sembra piuttosto una fellatio depravata di due depravati, e che questo Jimmy Bennett e più che altro un morto di fama che cerca grana e visibilità a buon mercato.
    Detto questo, sinceramente ho una soddisfazione karmica della marea di merda che si è riservata su Asia Argento!
    La stessa marea di merda che lei e altre paladine del sedicente movimento “Mituu “!(lo scrivo così, talmente è patetico) hanno riservato a tanti uomini, partendo dal caso Weinstein da cui si è aperta una caccia forsennata facendo ricorso ad allusioni, sospetti, accuse generiche ma violente, in sfregio al più totate stato di diritto che si invoca quando fa comodo, ma in nome “della rivoluzione delle donne” lo si acconta belatamente. Un’Inquisizione laica e femminista che ha distrutto carriere e dignità, grazie anche ai media compiacenti, a dimostrazione del marcio putrido che sono i mass media “ufficiali”. Quelli stessi che hanno dimenticato ad esempio Fausto Brizzi sputtanato a reti unificate da sguadrinelle che in pieno delirio da suffragette si sentivano improvvisamente vittime, rivelarono traumi magari con un bel pò di ritardo, coccolate da un sistema mediatico-sociale che aveva già emesso la sentenza di condanna per Brizzi con esiti grotteschi, arrivando a cancellare il nome dal suo film. E’ anche la povera e docile Asia, da giudice aveva già emesso la sua pacata sentenza: “Ti abbiamo scoperto, porco!” . Magari ha scambiato la giustizia vera per X Factor!
    Peccato che il processo quello vero ha assolto Brizzi perchè il fatto non sussiste.
    Ecco,di fronte a questo, vederla piagnucolare perchè le è stato dato della pedofila, perchè gli hanno tolto X Factor , vederla infangata dalla sua ex compare, godo a mille!
    E’ stata ripagata con la stessa moneta dell’infamia che ha usato per gli altri. E’ spero che non sia l’unica.

Commenta