Roma, 12 apr – Attentato, sparatoria, sfiorata strage, ma comunque atto sanguinario a New York, in una condensa di terrore e panico che ha sconvolto la Grande Mela oggi, come riportato anche da Tgcom24.

Attentato a New York, la sparatoria che ha provocato 13 feriti

Sono 13, al momento, i feriti contati nell’attentato di New York, la sparatoria avvenuta nella metropolitana della città, alla stazione Sunset Park. L’orario degli eventi è stato registrato intorno alle 8.30 del mattino. Dai social network spuntano tante immagini di persone ferite e insanguinate (nello specifico, sul pavimento si notano vere e proprie scie di sangue). Molte di queste sono a terra, aiutate dai numerosi pendolari che vanno in città ogni giorno per lavoro, e dai video si assiste anche a scene di panico sulla banchina. Quando la sparatoria è iniziata, alcuni dei feriti si sarebbero lanciati in un treno di passaggio per provare a scappare. Nel frattempo, nel centro città sono stati dispiegati gli agenti antiterrorismo.

Il sospettato in fuga

L’autore del gesto sanguinario è un afroamericano, alto circa un metro e sessantacinque, che indossava una maschera antigas e un giubbino arancione. Indossava la divisa di un dipendente della Metropolitan Transportation Authority. Questo gli ha permesso di confondersi tra la folla, quindi di mimetizzarsi e di darsi alla fuga. Le autorità sono attualmente alla caccia dell’uomo.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta