Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 set – Nulla di nuovo nell’orizzonte di Bergoglio. Che scorge, sempre e solo, vite umane da salvare e “nostri fratelli” benevolmente da accogliere.
Nel messaggio in occasione della Giornata Mondiale di Preghiera per la cura del creato, Papa Francesco torna a predicare: il consueto, petulante, disco rotto. “Preghiamo affinché le acque non siano segno di separazione tra i popoli, ma di incontro per la comunità umana. Preghiamo perché sia salvaguardato chi rischia la vita sulle onde in cerca di futuro migliore”. Torna, pur non avendone mai smesso, a parlare di immigrati: Bergoglio che, prevedibilmente, non ha accolto il provocatorio invito dei cittadini di Rocca di Papa ad accogliere in Vaticano i suoi amati “fratelli”, condisce il  messaggio (alias comizio) di altri politici riferimenti: “Chiediamo al Signore e a chi svolge l’alto servizio della politica che le questioni più delicate della nostra epoca, come quelle legate alle migrazioni (…) siano affrontate con responsabilità, con lungimiranza guardando al domani, con generosità e in spirito di collaborazione, soprattutto tra i Paesi che hanno maggior disponibilità”.
La bergogliana ossessione, almeno, si concede una breve variazione sul tema: importante tutelare il mare dall’invasione di plastica e da un intervento smodato dell’uomo. Al di fuori, cioè, della tutela degli ecosistemi marittimi. Almeno questo è giusto. Almeno questo esula dalla politica. Nessuna menzione sui cosiddetti argomenti scabrosi, fatti scomodi da raccontare e ancor di più, sui quali indagare.
Tra la proteste a Rocca di Papa, i malumori per la redistribuzione di “migranti” sul territorio, senza che il problema venga a monte arginato e gli scandali a sfondo sessuale che continuano a turbare il Vaticano, una costante è l’omertà di Papa Francesco. Che imperterrito prosegue la sua propaganda pro-invasione, senza troppo badare (per esempio) agli italiani indigenti o agli anziani che, letteralmente, rovistano fra gli scarti del mercato. Inimmaginabile, poi, la condanna a ladri e stupratori che continuano a mietere vittime: tutti “figli” di quel mare che senza confini deve essere. Tutti “fratelli” di quell’umanità, cui molto spesso sono sprovvisti.
Chiara Soldani

13 Commenti

  1. quello che più mi infastidisce di questo politico,è l’avallare qualsiasi sciocchezza o bufala pro-immigrazione con l’ascendente ufficiale del Pontificato; si va dalle foto e filmati girati in giro per l’Africa o il Sudamerica spacciati per “libici” fino alle storie più contraddittorie raccontate dagli aspiranti profughi.
    Leggevo ad esempio che le 8 donne a bordo della Diciotti avrebbero partorito 16 bimbi tutti poi morti,pur rimanendo segregate in un lager libico OTTO mesi—-una cosa che urta contro ogni tempistica e senso logico, che può trovare unica sponda morale in questo Bergoglio; ovviamente come Voi avete giustamente ricordato, una sponda morale che incomincia ben lontano dalle alte mura e 44 torri di cui è circondato il Vaticano.

  2. Un papa comunistoide ed indegno,le chiese oramai sono piene di negroidi e feccia islamica tribale…….. Uno schifo,ci vorrebbe la santa inquisizione……..per il papa ed i suoi accoliti cattocomunisti.

  3. Questo sito ed i commenti che pubblica sono chiaramente schierati. Smettetela di infangare il Papa. Ha dato dimostrazioni di generosità e umanità verso tutti.

  4. Il Papa si comporta esattamente come dicevano quei mangiapreti dei mazziniani/repubblicani contro il cllero, ovvero “fate come dico, ma non fate come faccio”. E’ la solita, grande ipocrisia da pretino di campagna che proprio mi irrita, come mi irritano tutti gli ipocriti, preti o non preti. E non tocchiamo la questione pedofilia che permea la Chiesa: sono anni che Bergoglio va in giro per il mondo a chiedere perdono per l’omosessualità dei preti, ma cosa ha fatto per sradicarla? Ma lui, la vuole realmente sradicare? Questo è il grande dubbio.

  5. Cara signora Anna Maria…visto che lei capisce di solidarietà e pietas ci dia l’esempio : li accolga TUTTI in casa sua. Quando avranno bisogno di soldi,si faccia derubare lei ed i suoi familiari . Quando avranno da sfogare i loro istinti bassi,si dia lei in offerta o i suoi familiari …purché la sua ipocrisia non leda nessuno e soprattutto non dica di esser cristiana perché sinceramente non sa molto di ciò. Nemmeno l’antico Israele aveva questo senso di ospitalità così falso ed ipocrita. C’erano le leggi che lei nemmeno contempla perché vive al di fuori di esse,nella sua cattocomunista visione del mondo e di Gesù che é solo sua e per nulla rispondente alla VERITÀ.

  6. Ma MARIA cosa dice? Quella di bergoglio é falsissima misericordia! Lo dica ai francescani dell’Immacolata o ai cavalieri di Malta o a chi sta chiedendo a lui chiarimenti da mesi (dubia) o settimane (abusi sessuali scoperti e coperti da lui)…SVEGLIATEVI CATTOLICI. QUESTO É UN LUPO TRAVESTITO DA AGNELLO. AVE MARIA!

    • Cara Roberta, la chiesa con l’8/1000 non mantiene propri nessuno, ne migranti, ne poveri italiani, se li tiene tutti per se, per le proprie porcherie.

  7. Si pigli baracca e burattini e se ne vada in africa. In Italia non vi è posto per queste pagliacciate. E’ ora di finirla con la religionomia.

  8. Due millenni di menzogne, congiure e crimini predicando amore.
    La massima fonte di ipocrisia (ahimè contagiosissima ed ispiratrice a tutti i livelli) a livello mondiale.

  9. La chiesa non mantiene nessun “migrante”…!… Fa in modo che siano gli Italiani più poveri a doversene far carico con le proprie tasse… Volenti o nolenti!!!…..

Commenta