Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 25 giu – Gli immigrati – di prima, seconda, terza generazione – di tutta Europa hanno mangiato la foglia. E sono finalmente arrivati alla comprensione del fatto che possono innescare rivolte, devastare e saccheggiare quartieri scatenando una risposta debolissima da parte delle autorità – ormai troppo impegnate ad inginocchiarsi di fronte al vitello d’oro del Black lives matter, troppo preoccupate di apparire tolleranti ed inclusive nel tentativo di scontare il proprio white guilt. Così da Digione a Lione, passando per Stoccarda e arrivando infine in Gran Bretagna, da un capo all’altro d’Europa gli immigrati europei si sentono legittimati ad alzare la cresta e fare il bello e il cattivo tempo anche nel Vecchio Continente.

L’ultimo capitolo di questo fenomeno è avvenuto per l’appunto ieri nel quartiere londinese di Brixton, in Gran Bretagna. La scorsa notte ha visto le forze di polizia cittadine completamente soverchiate e messe in fuga da una folla di afroinglesi al grido di “falli fuori tutti!”; i disordini hanno provocato il ferimento di 22 agenti e un’auto di pattuglia è stata letteralmente demolita. Tutto ha avuto inizio quando centinaia di persone si sono radunate per una festa di strada – nonostante il divieto di assembramento per coronavirus – a sud di Londra; ma già prima dell’intervento della polizia, chiamata a disperdere i partecipanti, si erano verificate delle risse, sfociate poi nella rivolta contro le forze dell’ordine. L’ennesimo episodio imbarazzante per la polizia inglese, dopo che gli agenti sono stati visti inginocchiarsi alle proteste di Black Lives Matter, hanno rifiutato di arrestare gli attivisti di Extinction Rebellion all’inizio di quest’anno e non sono riusciti a impedire che la statua di Winton Churchill venisse deturpata.

La notta è quindi trascorsa nell’anarchia mentre la polizia veniva bombardata con bottiglie e pietre dai residenti. Ken Marsh, presidente della Metropolitan Police Federation, ha dichiarato che quasi 30 dei suoi colleghi sono rimasti feriti: “Le condizioni di due agenti sono molto gravi”, ha fatto sapere. Nei video della nottata che girano in queste ore sui social vi sono scene di guerriglia urbana, duelli con coltelli e bastoni, inseguimenti e assalti alle auto della polizia. In un video un uomo senza maglietta si arrampica su di un mezzo di pattuglia e poi la colpisce ripetutamente usando un bastone, mentre un altro salta sul veicolo sfasciando il parabrezza. 

Quattro persone sono state arrestate per aggressione e disturbo dell’ordine pubblico e rimangono tutt’ora in custodia.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha affermato tiepidamente che gli assembramenti durante la pandemia di Covid-19 sono comportamenti “profondamente irresponsabili e mettono a repentaglio la vita degli altri”. “Gli eventi avvenuti a Brixton questa notte sono inaccettabili. La violenza contro la polizia non sarà tollerata”, ha aggiunto.

Cristina Gauri

1 commento

  1. Spero vivamente che tra i poliziotti feriti ci siano anche i pagliacci inginocchioni, anzi, spero che siano i più gravi.

Commenta