Il Primato Nazionale mensile in edicola

Lampedusa, 16 ago – Chef Rubio ha trovato il modo di farsi amare anche dagli abitanti di Lampedusa. Dopo aver passato alcuni giorni sull’isola, impegnato con Richard Gere a dare il proprio sostegno agli immigrati soccorsi dalle Ong, il conduttore televisivo dal cuore ribelle ha pensato ben di scrivere un controverso post su Instagram sugli abitanti di Lampedusa: “E”isola dei pescatori dal cuore immenso, della gente di mare che rispetta il prossimo ma è anche l’isola della cocaina, della mafia, del nero, dell’abusivismo edilizio, dei razzisti e dei parassiti. State mandando a fondo un’isola che pensate essere vostra ma che è semplicemente se stessa”.

“Hanno speculato sui morti”

Chef Rubio rivolge poi un appello ai turisti che vogliono recarsi a Lampedusa: “Vi chiedo un favore: spendete i vostri soldi solo nei ristoranti della brava gente, nei b&b delle belle anime, nelle barche dei pescatori onesti e nei bar di chi c’ha ‘r core grosso. A tutto il resto riservategli indifferenza, perché quella si meritano: in molti hanno speculato su date, morti e naufragi, in molti si riempiranno la bocca di aiuti e fratellanza mai vissuti in prima persona, e proprio quelli hanno cavalcato e stanno cavalcando il mito dell’isola dell’accoglienza vomitando odio e ignoranza. Da quando ho portato a galla verità scomode e ho spezzato lance a favore degli ultimi e chi con gli ultimi combatte m’hanno minacciato, insultato, aggredito e esortato a lasciare quanto prima l’isola”.

https://www.instagram.com/p/B1HVCwxI-N4/?utm_source=ig_embed

La risposta dei lampedusani

Le parole di Rubio hanno generato la risposta dei lampedusani, che sotto il suo post Instagram hanno commentato così: “Noi la amiamo e ci basta questo, non ci importa di 4 cretini che scrivono senza conoscere la nostra bellissima isola”, scrive Rossella. Un altro utente commenta così: “Se Lampedusa non ti piace la vacanza potevi fartela altrove, hai visto cose che nemmeno esistono e caro chef dei miei stivali secondo me la cocaina te la sei proprio fatta tu, visto che hai visto cose che nemmeno esistono”. E ancora: “Perché vomiti cazzate? Non fai un buon servizio all’isola”. A favore dello chef televisivo quasi esclusivamente persone che non abitano a Lampedusa, come la giornalista Francesca Barra: “Mi hai commossa, grazie. L’uomo del fare”.
Davide Romano

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. Attori bolliti ed ex sportivi riciclati nella ristorazione ….

    Fatevi i cazzi vostri ,
    gli Italiani sono stufi dell’europa e dei buonisti col culo degli altri .
    PORTI CHIUSI !

  2. Questo Rubio si crede di essere Dio e di poter giudicare gli altri e dare la patente di buono o cattivo! Da quale scranno parla? Da quello della pasta all’ amatriciana?
    Purtroppo il sistema mediatico in mano ai poteri occulti stranieri crea questi tuttologi “opinionisti” per portare avanti i loro temi e tenere le masse soggiogate

  3. Eccone un altro tra quelli che fanno un mestiere dignitoso nella sua normalità, ma si credono dei “VIP”. Un cuoco cucina. Punto. Le sue opinioni valgono tanto quanto quelle di una cassiera dell’Esselunga, di un controllore ferroviario, di un ambulante che vende mutande al mercato, di uno che insegna latino al liceo, … Non una virgola di più. Perché dargli rilievo? Che meriti particolari ha uno che sa mischiare per bene minestre e insalate e spalmarle in modo fantasioso su un piatto?

    C’è in giro troppa gente che viene issata su un piedistallo immeritato. Gente pur degna, ma che dovrebbe tenere i piedi per terra, al livello di competenza (che non è più elevato di quello altrui). A star troppo in alto, si finisce per respirare aria rarefatta, che poi fa danno ai neuroni.

  4. Lui e’ il sembrare duro… ma alla fine ai checca pride e’ sempre la’ a pigliarlo ngulo sto frocione.

Commenta