Roma, 14 giu – Andrea Costa immagina la mascherina per sempre? Forse, a giudicare dalle ultime dichiarazioni riportate su Tgcom24.

Costa, mascherina per sempre?

In piena estate, con i vaccini somministrati a quasi tutta la popolazione, con le varianti Covid che ormai non generano praticamente mai drammi di sorta, Costa parla di possibile proroga dell’obbligo della mascherina. Per carità, non ovunque e non sempre, ma esprimendo un prolungamento della “ossessione” per il virus peggio gestito nella storia che lascia quanto meno interdetti. Il prolungamento delle mascherine di cui si parla riguarda infatti i mezzi di trasporto, le Rsa e negli ospedali. E potrebbe durare addirittura fino a settembre. Ovvero quando, con l’autunno, i fantasmi di nuovi “pretesti” per fine pandemia mai potrebbero risorgere. Il Cdm deciderà domani. Lo stop è confermato nei cinema, nei teatri e per gli eventi sportivi al chiuso. Ma Costa sulla mascherina è rigido per quanto riguardai trasporti, che sono “luoghi spesso particolarmente affollati e avere ancore un po’ di prudenza può essere positivo. Così come per gli ospedali e le Rsa”, come spiega il sottosegretario alla Salute a Radio Capital.

Esami senza mascherina “segno di normalità” (almeno quello)

E la scuola? Gli esami svolti senza obbligo di mascherina sono “un segnale importante per i nostri ragazzi ma non solo”. Si tratta si un momento focale “anche per il Paese. È un ulteriore segno di ritorno alla normalità. Credo che passare da un obbligo a una raccomandazione sia un atto di fiducia nei confronti dei cittadini che hanno rispettato le regole e le restrizioni e hanno partecipato alla campagna di vaccinazione”. Una specie di premio di consolazione per una situazione che non sembra voler mollare tanto facilmente le redini del controllo costante, asfissiante e perdurante.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta