Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 23 nov – Non è esattamente un bello spot per la concessione della cittadinanza o per lo ius soli quello andato in scena nella scorsa notte a Milano. Qui, infatti, un egiziano con passaporto italiano si stava dilettando a prendere a martellate delle auto parcheggiate nella zona tra Certosa e Quarto Oggiaro. Allertate dal vicinato, cinque pattuglie della polizia sono accorse sul luogo per arrestare il nordafricano, che al momento si trovava in via Antonio Mambretti. Senonché l’uomo è andato su tutte le furie quando un agente ha tentato di sottrargli un accendino che l’egiziano stava agitando minacciosamente, riuscendo a strappargli con un morso l’ultima falange del dito medio della mano sinistra.
A quel punto, gli altri poliziotti hanno messo in manette l’africano e hanno prontamente chiamato un’automedica per prestare le dovute cure al collega ferito. Trasportato alla Multimedica di Sesto San Giovanni, tuttavia non è stato possibile riconnettere la falange staccata dal morso dell’egiziano. Per questo motivo è stato necessario amputare all’agente il polpastrello mozzato. Al poliziotto, 30enne, è stata data una prognosi di 50 giorni.
Per quanto riguarda il nordafricano, si tratta di un egiziano di 34 anni con passaporto italiano, già noto alle forze dell’ordine e già denunciato in passato per lesioni e danni. In cura ad un centro psichiatrico, l’uomo è stato ora arrestato con le accuse di lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.
Federico Pagi



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Che schifo nauseabondo ed ignobile……….in un paese normale, senza deiezioni sinistre, questo egiziano pseudo italiano sarebbe in una struttura per menti distorte e criminali………come fa ad essere libero un delinquente indegno che strappa a morsi un dito di un poliziotto……??? Ringraziamo i comunisti per questa ennesima risorsa.

Commenta