Il Primato Nazionale mensile in edicola

Genova, 4 feb – La stupidità a volte è accompagnata dall’odio ideologico, quando poi il connubio finisce per esaltare un corteo antifascista l’effetto rischia di essere drammatico. E’ il caso del 20enne con problemi psichici malmenato ieri a Genova da un branco di manifestanti antifascisti nella zona di piazza della Vittoria. La colpa del ragazzo picchiato? Era vestito con una giacca mimetica e portava una bandiera tricolore. I geni dell’odio lo hanno scambiato per un militante di “estrema destra”, era insomma per loro evidentemente un fascista da massacrare.
Secondo quanto riportato da Genova 24 il 20enne si sarebbe rifiutato di togliere la bandiera e al suo diniego sarebbe quindi scattato il pestaggio. Il ragazzo è adesso ricoverato all’ospedale Galliera del capoluogo ligure, dopo essere stato colpito probabilmente con un manganello alla testa, al volto e a un ginocchio.
I medici dell’ospedale gli hanno dato alcuni punti in testa e lo sottoporranno alla Tac. Lunedì il giovane presenterà denuncia in Questura. Sempre secondo quanto appreso dal giornale Genova 24, uno degli aggressori era a volto coperto. Sull’episodio indaga adesso la Digos.
Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Il fatto, di per sé gravissimo, è reso ancora più grave da come la stampa cittadina, Secolo XIX in testa (banda Debenedetti) ha fomentato una campagna di odio nei confronti di Casapound, fondata ovviamente sulla mistificazione e sulla menzogna… sulle peggiori fake news… offrendo la sponda alle peggiori zecche dell’antifascismo “militante” cittadino, tutta marmaglia dei centri sociali, fiancheggiata dall’ANPI e dalla sinistra di discendenza comunista. Un atteggiamento irresponsabile che poteva causare danni anche peggiori… purtroppo ci aspettano altri 2 mesi di questo delirio… che ricacceremo loro in gola!

  2. Vigliacchi , bastardi e miserabili , facile prendersela con un ragazzo in difficoltà…….in tanti contro uno, come un branco di belve drogate e laide che attaccano l’agnello indifeso………i pidocchi e le nutrie hanno più nobiltà d’animo e coraggio di questa cricca pseudo comunista.

Commenta