Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 apr – Per assicurarsi la copertura monetaria giornaliera registravano immigrati minorenni e poi organizzavano loro la fuga dal centro di accoglienza. Succedeva al Centro di primissima accoglienza per minori non accompagnati “Villa Spada” di Via Maria Annibale di Francia. Un’indagine della Polizia locale di Roma Capitale ha portato alla luce il reato, e proprio stamattina sono state eseguite 22 misure cautelari nei confronti del presidente e dei responsabile del centro di Villa Spada.

Il Gip del Tribunale Ordinario di Roma, Dottor Francesco Patrone ha emesso le suddette misure cautelari nei confronti degli appartenenti alla “Virtus Italia Onlus – Consorzio di Solidarietà Sociale”.  Le indagini, coordinate dalla Procura di Roma e condotte dalla Polizia Locale di Roma Capitale, hanno avuto il loro inizio nel 2016, e hanno portato allo conoscenza di una serie di illeciti tra cui numerosi e reiterati abbandoni di minorenni, quasi tutti adolescenti, secondo un sistema molto preciso e strutturato. Fatto gravissimo, in alcuni casi gli oggetti di queste pianificazioni erano anche bambini di età inferiore ai 10 anni, che il personale della struttura aiutava ad allontanarsi, anche nel cuore della notte, senza curarsi minimamente dell’incolumità dei giovanissimi ospiti.

I provvedimenti emessi sono, nel particolare, due arresti a carico del Presidente dell’Associazione “Virtus Italia Onlus” e del Responsabile del centro di Via Annibale di Francia, e quattordici arresti domiciliari e sei obblighi di presentazione per il vice responsabile del centro e la maggior parte degli operatori dell’associazione.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta