Rieti, 25 ago – La scritta DVX sul Monte Giano ad Antrodoco in provincia di Rieti non esiste più. A cancellare un monumento che rappresentava un pezzo di storia d’Italia è stato un incendio colposo, divampato a causa di un pentolone di pomodori messi a bollire. Le fiamme erano divampate già da un paio di giorni e avevano attaccato inizialmente la “V” della scritta, ora a quanto pare tutta la scritta è andata in fumo.

I Carabinieri forestali hanno denunciato il responsabile del gesto e al momento si esclude la natura dolosa: sembra che l’incendio sia dovuto solamente alla “leggerezza” dell’uomo che stava bollendo i pomodori. Una storia assurda che cancella l’omaggio a Mussolini realizzato nel 1939 dalla Scuola Allievi Guardie Forestali di Cittaducale, con l’aiuto di moltissimi giovani del posto. Furono piantati ventimila abeti su una superficie di 8 ettari, corrispondenti a 12 campi di calcio.

La scritta DVX non mancava di suscitare polemiche, soprattutto d’inverno quando la neve rendeva più evidente l’omaggio a Mussolini, così colossale che in giorni di particolare visibilità si poteva scorgere persino da Roma, nonostante la Capitale si trovi a ben 90 km di distanza. Considerata patrimonio artistico e monumento nazionale, nel 2004 era stata restaurata con i fondi regionali.

 

Davide Romano

3 Commenti

Commenta