Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 giu – Pensavate che sarebbe rimasta in carcere per molto? Niente affatto: Madame Furto, la rom bosniaca regina dei borseggi della Capitale con un attivo di 42 furti commessi (solo quelli denunciati – si sospetta che la cifra reale sia molto più alta…) e portata in carcere il 30 maggio per scontare 25 anni di reclusione, aveva ottenuto anche stavolta il differimento della pena. Motivo? Il solito. La donna è in stato interessante per la decima volta e quindi non può subire una pena detentiva.

Ennesimo colpo

Per cui, come riferisce TgCom24, la nomade è tornata a colpire a Roma, approfittando della riguadagnata libertà. Questa volta la vittima, presa di mira assieme a tre complici, era una turista peruviana 86enne, disabile in sedia a rotelle. L’intervento dei carabinieri della Capitale è però stato tempestivo e ha permesso l’arresto delle malviventi. I militari dell’Arma infatti avevano subito riconosciuto Madame mentre si aggirava all’interno della fermata metropolitana Flaminio in compagnia di una 36enne, di una 22enne e di una 14enne.

L’arresto

Le quattro hanno subito individuato una turista 86enne del Perù, disabile in sedia a rotelle, e vi si sono avventate contro, come iene sopra un animale morente, rubandole il portafoglio. Ma i carabinieri, che le stavano seguendo a breve distanza, le hanno bloccate poco dopo, riuscendo anche a recuperare il borsello della malcapitata turista. Il magistrato ha convalidato l’ennesimo arresto per “Madame Furto” e le sue due complici maggiorenni, le quali ora si trovano a Rebibbia. La 14enne, invece, soggiornerà nel Centro Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli.

Cristina Gauri

5 Commenti

Commenta