Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 set – Tutti contro De Benedetti per le parole rivolte a Berlusconi. L’Ingegnere ha dato all’ex premier del “grande imbroglione“. Un insulto che con l’ex Cavaliere ricoverato al San Raffaele per un inizio di polmonite bilaterale da Covid-19 ha suscitato la condanna unanime del centrodestra (nel consueto silenzio colpevole della sinistra).

De Benedetti: “E’ l’Alberto Sordi della politica italiana. E’ stato molto nocivo per il Paese”

“Faccio i miei auguri a Berlusconi, ma il mio giudizio su di lui rimane critico”. De Benedetti, che sta per lanciare un nuovo giornale, il Domani, edito da Cairo (che invece esprime parole di elogio per il leader di Forza Italia), è durissimo contro l’ex premier: “Ha abbassato il livello di civismo e moralità del Paese. E’ l’Alberto Sordi della politica italiana. È stato molto nocivo al Paese. Berlusconi è stato un grande imbroglione. Io l’ho punito severamente. Ha versato alla Cir 562 milioni, che è la più grande goduria che ho avuto nella mia vita, per uno che ha fatto di tutto per ostacolarmi. Per lui deve essere stato il più grande dolore della sua vita e per me la più grande goduria, anche se non ho toccato un euro personalmente”.

Marina Berlusconi contro l’Ingegnere: “Un uomo in disarmo sotto tutti i punti di vista”

Immediata la replica della primogenita dell’ex Cav: “Le parole di un uomo in disarmo sotto tutti i punti di vista, dalle esperienze imprenditoriali fino ai rapporti familiari, non possono suscitare altro che un sentimento di commiserazione”, dice la presidente di Fininvest e Mondadori, Marina Berlusconi.

Il contrattacco di Forza Italia: “Miserabile, cialtrone”

“Berlusconi non condividerebbe che si replicasse in modo sprezzante a De Benedetti. Ma io lo faccio lo stesso”, dice il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri: “E’ un vero miserabile. Un cialtrone“. “L’ingegner De Benedetti – attacca la presidente dei senatori azzurri Anna Maria Bernini – ha dato dell’imbroglione al presidente Berlusconi in ospedale per il Covid. Una sortita che si commenta da sola. Ma il virus dell’invidia, evidentemente, è più forte della decenza“. Anche la capogruppo alla Camera, Mariastella Gelmini, giudica “inopportune oltre che false” le parole di De Benedetti: “Farebbe bene ad astenersi da simili commenti, visto che perfino Di Maio ha imparato a rispettare gli avversari politici. Ma Di Maio, al confronto di De Benedetti, è un membro della Camera dei Lord“.

Sallusti: “Ominicchio, pigliainculo, quaquaraquà”

Ci va già durissimo Alessandro Sallusti: “Sciascia ne Il giorno della Civetta fa dire al protagonista che gli uomini si dividono in cinque categorie: uomini, mezzo uomini, ominicchi, pigliainculo e quaquaraquà. E Sciascia aveva detto bene”, afferma. “Gli uomini si dividono così e l’Ingegnere non fa parte né della prima né della seconda categoria”. “Non dico gli uomini, ma neppure i mezzi uomini dicono a un rivale in grave difficoltà di salute: ‘Mi spiace, ma è un imbroglione’“, scrive il direttore del Giornale nel suo editoriale. “È – prosegue – una espressione da ominicchi, da pigliainculo e da quaquaraquà, categorie che l’ex editore di Repubblica riassume“. E a proposito di imbroglioni, Sallusti ricorda le nefandezze compiute in passato dall’Ingegnere: “Se Berlusconi è ‘un imbroglione’ vorrei sapere come De Benedetti definirebbe un imprenditore (lui stesso) arrestato dopo avere ammesso di avere pagato, da presidente della Olivetti, dieci miliardi di tangenti, un imprenditore (sempre lui stesso) coinvolto nella bancarotta del Banco Ambrosiano oltre che in inchieste per insider trading e in una lunga serie di fallimenti, risanati sempre con denaro altrui”.

Adolfo Spezzaferro

2 Commenti

  1. Eccola la sinistra e la destra di questo infame sistema politico liberale. Due predoni, sulle spalle degli italiani, che si contendono il potete in Italia

Commenta