Il Primato Nazionale mensile in edicola

Città del Vaticano, 10 dic – Papa Francesco ha deciso che a causa della pandemia anticiperà la messa della notte di Natale nella Basilica di San Pietro, la sera di giovedì 24 dicembre alle 19.30. Due ore prima rispetto alle 21.30, orario scelto da Bergoglio nel suo pontificato. Modificata anche la benedizione Urbi et Orbi del giorno di Natale alle 12, che avverrà nella Basilica e non dalla Loggia Centrale, per evitare assembramenti.

Vaticano: “Partecipazione alle messe sarà molto limitata”

Nessuna variazione per l’orario del Te Deum del 31 dicembre, alle 17 nella Basilica, delle messe del 1 gennaio e dell’Epifania, entrambe alle 10 sempre in San Pietro. “La partecipazione alle celebrazioni sarà molto limitata“, spiega la Sala stampa vaticana, “i fedeli partecipanti alle celebrazioni saranno individuati secondo le modalità usate nei mesi scorsi, nel rispetto delle misure di protezione previste e salvo variazioni dovute alla situazione sanitaria”.

Il Messale non indica un orario per la messa della notte di Natale

Nel Messale non è indicato un orario preciso per la celebrazione della messa di Natale. Viene soltanto indicato che va svolta “nella notte“. Quindi la cosiddetta messa di mezzanotte non rientra nella liturgia ufficiale. Nei giorni scorsi la Cei, la Conferenza episcopale italiana, aveva invitato i parroci a celebrare la messa di Natale in un orario compatibile con il coprifuoco. Come è noto infatti il governo giallofucsia ha deciso di non prorogare il divieto di spostamento dalle 22 alle 5 del giorno dopo in occasione del Natale. Stabilendo anzi di allungarlo alle 7 del mattino per la sera del 31 dicembre. Obiettivo è quello di evitare assembramenti. Ora anche il Vaticano si adegua. E a San Pietro per la messa di Natale con papa Francesco entreranno soltanto pochi “eletti”.

Ludovica Colli

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Ricordo quando supinamente e servilmente (con la “s” minuscola), la messa è stata anticipata al sabato… Anche lì era in concorso una “pandemia”, non riconosciuta da quasi tutti.

  2. Il piccolo sacerdote moderno può giocare sugli orari …..

    Gli Antichi Sacerdoti mica potevano spostare stonehenge , abu simbel et
    similia .
    Anche le antiche Cattedrali Gotiche usano il Ciclo del DIO Sole .

    Il Sol Invictus ricomincerà il suo ciclo alla STESSA ora ,(astronomica) nonostante il Calendario Gregoriano e le altre facezie …. permettendo la vita di Ottime Persone ed imbecilli .

    Ma …. una domanda per lu “Cumitatu tecnicu scentificu” ….. a Sars-Cov-2
    frega qualcosa de lu DPCM e delle vostre cazzate ????
    Aspetta la mezzanotte per uscire di casa ???? (con autocertificazione ?)

    BUFFONI , voi e chi vi da retta .

    Meglio il Governo del 1920 con A H1N1 …..

    ah , per gli ANTIFA (imbecilli e buffoni) ,
    NON GOVERNAVA MUSSOLINI , ma V.E. Orlando ….

Commenta