Il Primato Nazionale mensile in edicola

Lanciano, 30 set – Stando alle prime notizie diffuse dalla gran parte dei media, la banda che rapinava le ville a Lanciano era composta da italiani e romeni. E invece no, gli arrestati vengono tutti dalla Romania, compreso il quinto uomo fermato nella tarda serata di ieri dalle forze dell’ordine. Si tratta di un 26enne accusato di aver compiuto insieme agli altri quattro sodali la cruenta rapina nella villa dei coniugi Martelli all’alba di domenica scorsa.
Il quinto uomo si nascondeva nelle campagne di Lanciano pattugliate dalle forze dell’ordine nel corso dell’operazione congiunta di Carabinieri e Polizia nelle frazioni di Rizzacorno, Colle Campitelli e Sant’Onofrio. Il romeno bloccato è stato condotto nella locale caserma dei carabinieri di Lanciano e sottoposto a fermo giudiziario. L’uomo arrestato poco prima nell’ambito della stessa operazione è invece un romeno di 48 anni accusato di favoreggiamento.
Alessandro Della Guglia

1 commento

  1. Veramente…….??? Stranissimo…….??? Ma i piddini non stavano cercando il pugliese,il terribile capo banda italico……..come sono cattivi questi italiani,gli stessi che devono stare attenti a bastonare un ladro bastardo poiché la reazione potrebbe essere esagerata…….che nausea , che vomitevole sinistra anti-italiana…………in ogni caso le deiezioni che hanno tagliato il lobo alla signora , in un paese normale , sarebbero già appesi………. sull’albero a mangiare le giuggiole ovviamente.

Commenta