Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 31 mag – E’ stato rintracciato e arrestato dagli agenti della Polizia municipale di Orbassano il pirata della strada che settimana scorsa ha investito Elena Tugui, di neanche vent’anni, alla 38esima settimana di gravidanza. E’ Samir Ouelmes, 28enne di origini marocchine, senza patente. L’uomo aveva travolto la giovane mentre attraversava le strisce pedonali; per lo shock subito Elena aveva quasi perso la bambina, fatta nascere prematuramente tramite taglio cesareo.

L’arresto

Come riporta Il Giornale, le forze dell’ordine nei giorni scorsi avevano hanno visionato decine di video e migliaia di fotogrammi ripresi dalle telecamere della zona, riuscendo infine a identificare Ouelmes, che dopo l’investimento si era dato alla fuga. La vettura del marocchino, che presentata ammaccature compatibili con la dinamica dell’incidente, era stata rivenuta in un autorimessa, dove l’uomo aveva cercato di nasconderla. Dopo il fermo, Ouelmes ha confessato quasi subito e si trova ora nel carcere di Torino. L’incidente era accaduto a mezzogiorno, sulla circonvallazione di Orbassano, nella frazione alla periferia di Rivalta. Fortunatamente l’arrivo dei soccorsi era stato tempestivo e il personale medico aveva immediatamente trasportato Elena al Cto di Torino.

Condizioni critiche

I medici le avevano diagnosticato la frattura di una clavicola e successivamente, attraverso l’ecografia, si erano resi conto che il feto si trovava in sofferenza per la mancanza di ossigeno causata dallo shock subito dalla madre. Si è reso quindi necessario un parto cesareo d’urgenza. La piccola, di nome Sofia, è stata ricoverata in terapia intensiva presso l’ospedale Regina Margherita e versa ancora in condizioni critiche.

Cristina Gauri

1 commento

Commenta