Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 feb – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si smarca dalla posizione del governo gialloverde sul Venezuela e anzi, critica duramente il fatto che l’asse Lega-M5S non abbia ancora riconosciuto come legittimo l’autoproclamatosi presidente ad interim Juan Guaidò.

“Tra Venezuela e Italia il legame è strettissimo, questa condizione ci richiede senso di responsabilità e linea condivisa con partner europei. E nella scelta non vi può essere né incertezza né esitazione“. Così Mattarella cerca di imporre la linea condivisa in ambito europeo e atlantico. “Non ci può essere incertezza né esitazione: la scelta tra la volontà popolare e richiesta di autentica democrazia da un lato e dall’altro la violenza della forza“.

Ecco, per il capo dello Stato o si sta con Guaidò (che ha dalla sua Stati Uniti, Canada e molti Paesi europei) , oppure si sta con la violenza, ossia quella del regime del presidente in carica Nicolas Maduro.

La posizione dell’Italia

L’Italia ha bloccato il possibile riconoscimento da parte dell’Unione europea di Guaidò come presidente ad interim, dopo che gli altri 27 Stati membri nella riunione informale dei ministri degli Esteri della scorsa settimana a Bucarest avevano trovato un accordo su una dichiarazione comune promossa dalla Svezia. Oggi però, allo scadere dell’ultimatum presentato a Maduro in cui si chiedeva di indire “entro otto giorni” nuove elezioni presidenziali, le principali cancellerie europee stanno riconoscendo la legittimità di Guaidò come presidente ad interim in vista di nuove elezioni.

Le parole di Mattarella sono occasione ghiotta per l’opposizione, che va all’attacco del governo gialloverde. Dal Pd a Forza Italia, Palazzo Chigi sarebbero “reo” di preferire un dittatore comunista invece che la Ue e la democrazia.

Ludovica Colli

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. Buongiorno,

    Questo è il link con 15.000 sostenitori fino adesso della petizione che ho fatto per chiedere al
    Chiediamo che il Governo Italiano riconosca il presidente del Venezuela Juan Guaidó
    https://www.change.org/p/giuseppe-conte-che-il-governo-italiano-riconosca-il-presidente-del-venezuela-juan-guaid%C3%B3?recruiter=62003535&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink&utm_campaign=share_petition

    Se vi devo inviare altri requisiti per prenderlo in considerazione da voi fattemi sapere,

    Grazie mille

  2. È inutile quando uno è mondialista e succube, per non dire altro, dei diktat americani, lo è completamente, intimamente, carnalmente!
    Ma quando avverrà che un Presidente della Repubblica italiana avrà le palle di dire agli Usa e ai poteri forti internazionali “Noi ce ne freghiamo delle Vostre richieste e facciamo l’opposto semplicemente perché siamo liberi e sovrani per farlo? Quando? Mi sa mai!

  3. Perche’ non fate una petizione contro il DEMOCRATICO governo dell’Arabia Saudita grande partner Usa ed Europeo che sta commettendo un genocidio verso il popolo dello Yemen.
    Quelle non sono forse persone che stuzzicano le vostre corde in quanto le mani su quel petrolio gia’ le avete?

  4. …il governo venezuelano è alleato di Putin.. questo basta..viva Putin, grande patriota, che ha fatto risorgere la Russia dopo il marasma anni ’80/’90..Speriamo che salvini, che a parole dice di essere pro Russia, non remi contro ..come voleva fare..

  5. Quello nche ha fatto Guaido è completamente fuorilegge e contro la costituzione Venezolana e Mattarella lo sà benissimo.Magari ci fosse qwualcuno dall’ estero che dicesse che Mattarella non è legittimo Presidente; ce lo toglieremmo di torno e inoltre imparerebbe la lezione.Purtroppo nessuno lo vorrà spodestare perchè è allineato con l’Europa dei banchieri usurai che si sono impossessati delle nostre ex banche pubbliche e di Banca d’Italia e che ci prestano gli euro privati prodotti a costo zero in cambio del nostro sudore, sangue e sovranità.
    Leggendo i commenti su rt.com, il governo italiano e noi italiani per questi rispetto di Maduro e della legalità abbiamo avuto moltissimi complimenti dai molti stranieri in grado di pensare con la propria testa

  6. matterella…
    pensa al nostro paese,e lascia che gli altri si facciano gli affari loro:
    maduro non mi è simpatico,
    ma ha l’appoggio dei militari e del potere governativo,
    quindi quasi una dittatura,
    mentre guaidò si è autoproclamato presidente,con l’appoggio di paesi esterni al venezuela,quindi
    in pratica sta mettendo in atto un colpo di stato.
    e giustificato o meno che sia,molto probabilmente finirà in un bagno di sangue…
    chiunque vinca:
    NON IMMISCHIARE IL NOSTRO PAESE IN QUESTA SCHIFEZZA,
    e non appoggiare nè una parte e nemmeno l’altra:specialmente,
    NON in nome dell’italia.

Commenta