Il Primato Nazionale mensile in edicola

Imperia, 24 set – Otto passeur stranieri che sono stati ritenuti colpevoli dei reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e di trattamento disumano sono stati condannati a scontare pene tra i 2 anni e 4 mesi e 2 anni e 6 mesi. Avevano tentato di trasportare in Francia molti immigrati clandestini da Ventimiglia. Oltre alla condanna gli stranieri sono stati sanzionati con multe fino a 500mila euro, che difficilmente pagheranno allo Stato, dal momento che per tutti gli imputati è stato dimostrato lo stato di indigenza nel corso del processo.
Questi i nomi dei condannati e tra parentesi le relative richieste di pena che il pm aveva chiesto in primo grado: Esmatollah Jafari 4 anni e 4 mesi (chiesti 8 anni e 8 mesi); Frederik Bixi 4 anni e 4 mesi (chiesti 8 anni e 8 mesi); Redon Shametaj 4 anni (chiesti 8 anni); Emra Tahna Mohamad 4 anni (chiesti 7 anni e 8 mesi)
; Gazmin Ismailaj 3 anni e 8 mesi (chiesti 6 anni e 8 mesi)
; Edmond Bylibi Bayala 3 anni e 8 mesi (chiesti 6 anni e 6 mesi)
; Neri Shametaj 3 anni e 8 mesi (chiesti 4 anni)
; Alidini Misin 2 anni e 6 mesi (chiesti 4 anni). Pene dimezzate, così come la multa, rispetto alle richieste del primo grado, ma nei confronti della quali gli avvocati difensori dei passeur hanno già annunciato ricorso non appena il giudice avrà depositato le motivazioni della sentenza.
Gli stranieri erano finiti a processo dopo una maxi operazione contro il traffico internazionale migranti scattata nel gennaio 2017 tra Ventimiglia e Milano. In totale vennero emesse 34 ordinanze di custodia cautelare: l’accusa mossa agli indagati era quella di aver organizzato dei cosiddetti viaggi ‘del dolore’ dalla Sicilia al confine francese passando per Milano, che era la base logistica. Gli immigrati, per tentare di andare in Francia dovevano pagare tra i 500 e i mille euro per ciascun viaggio.
In totale nel mirino degli inquirenti sono finiti sei viaggi, compiuti tra il dicembre 2016 e il gennaio 2017. Gli imputati sono accusati di aver stipato, in uno di questi viaggi, 41 immigrati in un furgone chiuso dall’esterno con un lucchetto. Attualmente solo due degli imputati si trovano già in carcere. Gli altri sono tutti in stato di libertà, con l’eccezione di uno che è invece latitante.
Anna Pedri
 



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta