Hai acquistato un nuovo toner per la tua stampante ma non sai come cambiare il vecchio ed hai paura di danneggiare il tuo apparecchio?

Non preoccuparti, in questo articolo ti diremo tutto quello che c’è da sapere in merito, prima di procedere all’acquisto di toner per la stampante, in maniera tale che tu possa evitare acquisti e soprattutto passaggi errati che potrebbero avere delle ripercussioni negative sull’utilizzo dello strumento stesso.

Il cambio del toner e l’acquisto dello strumento


Per prima cosa occorre necessariamente ricordarsi che non tutti i toner sono compatibili con la tua stampante.

Questo è un dato di fatto che potresti tendere a mettere in secondo piano, dettaglio che però non deve essere affatto sottovalutato: ogni stampante monta un determinato tipo di toner, il quale viene indicato da una sigla ben precisa che permette appunto di contraddistinguere quali siano i modelli che vengono supportati dallo stesso modello in questione.

Di conseguenza, prima di effettuare il cambio, il tuo obiettivo deve essere quello di controllare se il modello di toner che hai selezionato sia effettivamente compatibile con la tua stampante. Come? Non devi fare altro che smontare il toner precedentemente installato e controllare che il codice dello stesso sia compatibile col nuovo modello che intendi acquistare, evitando quindi delle spese che siano totalmente inutili. 

La rimozione del vecchio toner della stampante

Quando devi effettuare la rimozione del vecchio toner della stampante, il passaggio da compiere consiste nel posizionare la testina della stessa in maniera tale che questa sia facilmente accessibile. Sostanzialmente dovrai cercare sulla stampante la combinazione di tasti che posizioni al centro il toner, affinché questo possa essere rimosso senza alcuna difficoltà.

Ricordati sempre che, dopo aver esposto il toner, ovvero dopo averlo posizionato in maniera tale che l’accesso sia facilitato, la stampante deve essere spenta: la posizione del toner non subirà alcuna modifica e tu potrai evitare di mandare in tilt la stessa stampante, che potrebbe non riconoscere il nuovo toner se accesa e quindi bloccarsi non seguendo i vari comandi di stampa che gli vengono impartiti.

Ricordati inoltre che, dopo aver installato il nuovo modello di toner, la stampate deve essere riavviata e dovrai svolgere il test di stampa, per valutare se il toner sia stato installato in modo corretto.

Il cambio del toner e l’utilizzo dei guanti

Quando devi svolgere questa operazione ricordati sempre di indossare un paio di guanti in lattice abbastanza spessi. Questo perché, seppur di prima qualità, i toner hanno degli inchiostri che possono contenere delle sostanze metalliche che potrebbero arrecare dei piccoli danni alle mani, quindi rendere la situazione meno piacevole del previsto.

Inoltre, grazie all’utilizzo dei guanti, eviterai anche che la tua pelle possa macchiarsi e che tu debba attendere qualche giorno priva che l’inchiostro venga completamente rimosso dalla pelle.

La pulizia e preparazione del toner

Dopo aver tolto il vecchio toner dal tamburo, l’operazione che devi svolgere consiste nella pulizia del vano che contiene questa parte: in tal modo rimuoverai eventuali residui del vecchio inchiostro rendendo l’operazione di stampa migliore sotto ogni ottica e prevenendo potenziali cali di qualità della stessa stampa. Ricordati, però, di usare un panno asciutto e di evitare l’utilizzo di spray particolari, i quali potrebbero arrecare un danno alla stessa stampante.

Inoltre, dopo aver montato il toner, non scordarti di agitarlo leggermente, affinché gli inchiostri assorbiscano quella parte residua di polvere che permetterà di ottenere una qualità di stampa migliore fin dal primo utilizzo dello stesso toner.

Grazie a questi passaggi non riscontrerai alcuna difficoltà nell’utilizzare il nuovo toner per la tua stampante, che sarà sicuramente in grado di offrirti una qualità di stampa perfetta.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here