Cosa sono gli eSports?

Gli eSport, o sport elettronici, sono competizioni tra giocatori di videogiochi. Si tratta di un fenomeno relativamente nuovo, la cui popolarità è cresciuta in modo esponenziale nell’ultimo decennio.

Sono talmente popolari che esistono anche scommesse legali in Italia e nel resto del mondo.

Il termine “eSports” è stato usato per la prima volta per descrivere i videogiochi competitivi durante i World Games del 1983 in California.

La prima vera svolta per gli eSport è avvenuta nel 2003, quando è stata fondata la Major League Gaming (MLG) come tentativo di professionalizzare il gioco competitivo introducendo montepremi e regole standardizzate.

Nell’ultimo decennio, le piattaforme di streaming online hanno svolto un ruolo importante nell’aiutare gli eSport a raggiungere nuove vette di popolarità tra i giovani di tutto il mondo.

Oggi sono innumerevoli i tornei che si svolgono tutto l’anno su diverse piattaforme, tra cui PC, Xbox One e Nintendo Switch, con montepremi che spesso raggiungono i milioni di dollari.

Quali sono le squadre più importanti negli esports?

Ci sono molte squadre negli esports, ma solo poche sono davvero importanti.

Per molti versi, le squadre migliori negli esports sono come le squadre migliori negli sport tradizionali.

Sono le squadre che la gente conosce e segue da vicino. Sono quelle che vengono pagate profumatamente per giocare, come Cloud9, Team Liquid e SK Gaming.

Queste squadre possono essere divise in due gruppi: quelle con grandi nomi (come Cloud9) e quelle senza (come il Team Liquid).

Le prime hanno in genere più soldi alle spalle e fanno più marketing delle seconde.

Ma anche se non spendono quanto i loro rivali più grandi, hanno comunque alcuni vantaggi rispetto a loro.

Dove vedere gli eSports in TV?

Se volete vedere gli esports comodamente da casa, ci sono molte opzioni. Ecco cosa c’è da sapere.

Twitch

È il modo più popolare per guardare gli esports. È anche il modo più semplice perché è integrato nel gioco stesso.

Si può accedere con il proprio account Facebook e poi cliccare su uno streamer per vederlo giocare.

È anche possibile trovare flussi in diretta tramite il sito web o l’applicazione mobile di Twitch.

YouTube

Se cercate una maggiore varietà rispetto a Twitch, YouTube è una buona opzione da considerare.

Non solo troverete stream di professionisti come Tyler “Ninja” Blevins, ma anche persone che hanno creato grandi comunità e canali propri con centinaia o migliaia di iscritti.

È possibile effettuare una ricerca per partita o per nome del canale per trovare qualcosa di interessante da guardare.

Yahoo Sport

Yahoo Sports trasmette eventi in diretta da anni ed è diventata una delle migliori fonti di copertura degli sport online.

L’azienda ha anche una sezione dedicata agli esports dove pubblica highlights e notizie sui tornei più importanti come EVO 2019 e Wimbledon 2023.

Il futuro per gli eSports?

Il futuro degli esports è luminoso. Il settore è cresciuto in modo esponenziale dalla sua introduzione nel 1972, quando Nolan Bushnell fondò Atari e creò il primo videogioco al mondo.

Oggi ci sono oltre 2 miliardi di appassionati di esports in tutto il mondo e si prevede che entro il 2023 il settore genererà ricavi per 2,35 miliardi di dollari.

Il settore ha anche iniziato ad attrarre grandi marchi da tutto il mondo, tra cui Coca-Cola, BMW e Mercedes Benz.

Tuttavia, sebbene questa crescita possa essere sbalorditiva, stiamo solo grattando la superficie di ciò che potrebbe essere possibile negli esports.

Con oltre 2 miliardi di giocatori in tutto il mondo, il potenziale di crescita per gli anni a venire è enorme.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta