Diventare genitori è un’esperienza unica nella vita. Soprattutto se è la prima volta. Quando il ciclo mestruale tarda ad arrivare, una donna sente subito la necessità di appurare se è rimasta effettivamente incinta oppure no. Il test di gravidanza è in questo senso uno dei metodi più pratici, veloci e diffusi. Eppure, non è raro il caso in cui ci si trova di fronte a un «falso positivo». Che significa? Secondo il test siete incinte, ma in realtà si tratta di un errore.

Accertare la gravidanza: una storia lunga

A quale test di gravidanza affidarsi, allora, se si vuole essere certi? Il grado di sicurezza è cambiato indubbiamente nel corso dei secoli. Il test di gravidanza infatti non è un’invenzione moderna: i test più antichi rinvenuti risalgono all’Antico Egitto; l’accertamento della gravidanza veniva demandato, per esempio, al fatto che la donna rimettesse dopo aver bevuto succo di un’anguria mischiato con del latte materno. Ai tempi di Ippocrate si usava invece l’idromele: se causava coliche la donna era incinta. Alcuni metodo puntavano già un’attenzione peculiare all’urina della donna, da cui far dipendere l’accertamento della gravidanza.

Ogni epoca quindi ha avuto il suo test: così anche nell’Antica Roma, durante il Medioevo fino all’età moderna e ad arrivare all’anticorpo monoclonale. Questa sì una scoperta piuttosto recente, risalente agli anni ’70 del secolo scorso. Questi anticorpi sono in grado di riconoscere la gonadotropina corionica umana e sono contenuti nella striscia reattiva presente sui test di gravidanza casalinghi. Attraverso l’urina la striscia impregnata determina una reazione chimica che indica lo stato di gravidanza.

Un test di gravidanza affidabile

Fra i test di ultima generazione Prontex offre una soluzione sicura e affidabile. Da anni, infatti, Prontex ricerca e sviluppa prodotti che rispondono alle molteplici necessità dei consumatori, realizzando soluzioni specifiche per le diverse esigenze di medicazione nel suo mercato di riferimento: la Farmacia. In particolare, la gamma Ab Test Prontex ha tutte le caratteristiche che le donne cercano in un test di gravidanza. Il test è disponibile sia nella versione tradizionale sia nella versione digitale, che è ancora più pratica, più precisa e più affidabile.

Le modalità sono sempre le stesse: il test di gravidanza va effettuato 10 giorni dopo un rapporto non protetto, oppure a partire dal terzo giorno di ritardo delle mestruazioni. In questo modo si possono ottenere risultati con un alto tasso di attendibilità. Nella versione tradizionale del test, in caso positivo compaiono due linee colorate. In caso negativo, appare una sola linea colorata. Per quanto riguarda invece la versione digitale, il display mostra direttamente il risultato «incinta» oppure «non incinta». In questo campo, il test di gravidanza Prontex è senz’altro uno dei più affidabili.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta